Montefiascone: agricoltori agli esami per il patentino obbligatorio

0

Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Nella mattinata di oggi, presso la sala riunioni della locale cantina sociale, supportato logisticamente dalla locale sezione della Coldiretti, organizzato dalla CEFAS della Camera di Commercio di Viterbo, si è tenuto l’esame dei trenta agricoltori di Montefiascone che hanno partecipato al corso di formazione per l’acquisizione del patentino abilitante all’uso dei fitosanitari agricoli di qualunque classe.

 

Un momento di crescita professionale per gli operatori in agricoltura con la consapevolezza che il corretto uso di questo genere di prodotti significa maggior sicurezza nel campo alimentare da un parte e tutela della salute degli operatori dall’altra. Rispetto quindi dei tempi e percentuali nell’effettuazione dei trattamenti; rispetto delle precauzioni e modalità da adottare da coloro che li usano.

 

Il corso, per la prima volta svolto nella cittadina dei colli Vulsini, tenuto da personale qualificato ed esperto in materia, ha avuto una durata di venti ore che si sono articolate in due ore di lezione giornaliera dalle quattordici alle sedici in due settimane. Questa mattina, una speciale commissione composta da rappresentanti della Regione Lazio nella persona del sig. Barchi in veste di presidente; del sig. Pallotta quale segretario e due membri della Asl nella persona del sig. Celestini del settore Prevenzione e Servizio Igiene Alimentare e Nutrizione; del sig. Barzacchi del settore Igiene e Sicurezza sui luoghi di Lavoro, si sono tenuti gli esami finale consistenti in un lavoro scritto sotto forma di quiz, per un totale di cinquanta a risposta multipla. Tale lavoro, nel tempo di novanta minuti, prevedeva l’esatta risposta ad ogni domanda; il candidato che avrebbe sbagliato dalle sei alle dieci risposte, comprese quelle totalmente omesse, sarebbe stato sottoposto, ad un ulteriore esame orale; chi avrebbe superato i dieci errori non avrebbe ottenuto l’abilitazione.

 

Gli agricoltori-studenti, comunque, nella quasi totalità, hanno superato brillantemente l’esame; qualche altro, maggiormente tra quelli di età avanzata, è stato sottoposto all’esame orale che, comunque, lo ha ugualmente superato.

 

Il rilascio ed il rinnovo del certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo dei prodotti fitosanitari e alla consulenza è regolato dal D.Lgs. N. 150 del 2012 quindi obbligatorio per chi deve usare questi prodotti in quanto agricoltore professionista. Tale patentino non è obbligatorio, anche se consigliato, per gli agricoltori obbisti che hanno piccoli appezzamenti di terreno quantificato in cento metri quadrati.

 

Il corso, costituito da un numero fisso di trenta candidati, per l’ulteriore quantità di agricoltori iscritti, avrà un ulteriore sessione nei prossimi mesi; per accedervi, come ora, è necessario pagare una tassa di ottanta euro, due foto tessera, una marca da bollo di sedici euro, ed un documento di riconoscimento valido. A tal fine si ricorda che, per la legislazione vigente, il principale documento valido per il riconoscimento è la Carta d’Identità, ovviamente valida; di contro, la patente viene accettata discrezionalmente. Essa non è più un documento di riconoscimento ai fini legali; è semplice attestato d’idoneità alla guida degli autoveicoli.

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.