Per le imprese CNA finanziamenti della BCC a tassi inferiori

0

VITERBO – Due buone notizie. La prima: è operativa, presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma, la nuova linea di credito a favore degli investimenti attivata nel Lazio grazie a una dotazione di 170 milioni di euro, 85 dei quali sono stati messi a disposizione dalla Banca Europea degli Investimenti. La seconda: le imprese del mondo CNA usufruiranno di un tasso inferiore rispetto alle condizioni applicate a quelle non associate.

 

“Bene, è un vantaggio che consideriamo un riconoscimento del valore del nostro tessuto di micro e piccole imprese, cuore dell’economia della regione, per la ripresa e, nello stesso tempo, della serietà e della professionalità mostrate sia dalla nostra Associazione che dalla Cooperativa di garanzia Artigiancoop nel rappresentare gli associati nel rapporto con gli istituti di credito”, commenta Angelo Pieri (foto), presidente della CNA di Viterbo e Civitavecchia.

 

I fondi della BEI sono stati assegnati alle banche che hanno aderito al programma, Regione Lazio – Bei Loan for SMEs, con ulteriori risorse: BCC di Roma e Unicredit, intervenute, ciascuna, con 30 milioni di euro, Bnl Gruppo Bnp Paribas, che ha aggiunto 25 milioni. La Regione Lazio partecipa con uno stanziamento di 10 milioni di euro, finalizzati all’abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti concessi dagli istituti di credito.

 

Parte dunque l’iniziativa annunciata, poco prima della pausa estiva, dal presidente della giunta regionale, Nicola Zingaretti, con lo slogan “BEI vantaggi per le imprese”.

 

Con questo programma, di cui beneficiano le micro, piccole e medie imprese con sede o unità locali nel Lazio (e le mid-cap fino a 3.000 dipendenti con sede nelle aree di crisi), si offre un sostegno agli investimenti o per particolari esigenze, come acquisto di materie prime o di materiali necessari alla produzione, scorte, spese di gestione, finanziamento di crediti commerciali.

 

Una delle novità è l’attenzione al credito a lungo termine. Possono essere richiesti, infatti, finanziamenti (fino a 10 milioni di euro) con una durata da 2 a 12 anni, elevabili a 15 nel caso di investimenti per l’efficienza energetica o la produzione di energia da fonti rinnovabili. Una volta ottenuto il parere positivo dalla banca, si presenta (esclusivamente per via telematica) la domanda per fruire del contributo in conto interessi della Regione.

 

E’ dunque a disposizione un nuovo canale di accesso al credito agevolato e per gli associati CNA, come detto, c’è il vantaggio ulteriore del tasso ridotto rispetto a quello praticato alla platea delle imprese e alle condizioni indicate nei fogli informativi.

 

“Ci auguriamo che questo programma contribuisca all’aumento dei flussi di credito, perché le micro e piccole imprese non si sono finora accorte dell’incremento dei finanziamenti al sistema imprenditoriale segnalato dall’Abi per i primi otto mesi del 2015. Abbiamo vissuto -dice Pieri- una lunga fase di stretta creditizia in cui è stato cruciale il ruolo dei Confidi, confermatisi spesso l’unico punto di riferimento per le nostre imprese”.

 

Info: Area Credito della CNA. A Viterbo in via I Maggio 3, telefono 0761.2291, numero verde 800-437744; a Civitavecchia in via Palmiro Togliatti 7, telefono 0766.542213. Sito: www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.