Piacere Etrusco: a Eataly Roma i grandi chef incontrano le tipicità della Tuscia

0

VITERBO – Leonardo Vignoli, Andrea Fusco, Marco Martini, Noda Kotaro e Iside De Cesare sono i cinque grandi chef, tra stellati e chiocciolati, che da sabato 21 a domenica 22 novembre a Eataly Roma (all’Aula Dominici, in piazzale 12 Ottobre 1492) presenteranno e cucineranno in diretta le loro creazioni culinarie, utilizzando i prodotti tipici del Marchio Tuscia Viterbese, nell’ambito della manifestazione enogastronomica “Piacere Etrusco”.

 

Il primo appuntamento è a partire dalle ore 11,30, con Leonardo Vignoli, patron chiocciolato del ristorante Da Cesare al Casaletto di Roma con un piatto a base di pecorino romano Dop e ricotta di pecora. Vignoli, nato a Monterotondo, prima di approdare a Roma ha accumulato un bel bagaglio di ottime esperienze all’estero e in Italia. Ha lavorato Svizzera al Beau Rivage 2 stelle Michelin, al Leon de Lyon ancora un bi-stellato, a Marsiglia a Le petit Nice – Passédat oggi 3 stelle Michelin, poi ad Avignone e in Lussemburgo, a Roma al Lord Byron e al Giuda Ballerino!. Ha iniziato un percorso indipendente con la Trattoria San Rocco a Monterotondo e finalmente è arrivato alla vecchia trattoria Da Cesare al Casaletto dove insieme alla moglie Maria Pia ha messo in pratica la sua idea di ristorazione fondata su un’ottima cucina di tradizione che lavora con materie prime di qualità e sul calore dell’accoglienza.

 

A seguire, alle ore 13,30, è la volta del romano Andrea Fusco, chef e patron del ristorante Giuda Ballerino!, uno dei punti di riferimento della vita gastronomica della Capitale. Fin dal 2005 ha ricevuto riconoscimenti importanti dalle guide gastronomiche italiane (Espresso, Gambero Rosso, Touring, Veronelli) e dal 2010 è stato premiato con 1 stella Michelin. Dopo 17 anni di cammino indipendente, incontra Bernabò Bocca e sua sorella Matilde, proprietari del Gruppo Sina Hotels, catena Italiana di alberghi di lusso, e nel 2015 trasferisce il ristorante su una delle terrazze più belle di Roma, il Roof Restaurant dell’Hotel Bernini Bristol di piazza Barberini. Fusco a Eataly presenterà il suo piatto utilizzando pesce dei laghi vulcanici della Tuscia: Bolsena e Vico.

 

Alle ore 15,30 toccherà a Marco Martini, vulcanico chef del ristorante Stazione di Posta di Roma, con il pollo con patate IGP Alto Viterbese. Martini nel 2013 si afferma come cuoco emergente d’Italia e nel 2014 conquista la stella Michelin. Del suo passato nel rugby ha mantenuto l’energia, il piacere della sfida con se stesso e il rispetto per il lavoro di squadra. Il suo percorso nel mondo della gastronomia inizia consegnando pizze, poi ha iniziato a farle. La svolta è stata l’incontro con Antonello Colonna con cui ha lavorato prima a Labico e poi come executive chef all’Open Colonna a Palazzo delle Esposizioni a Roma. Ha lavorato a con Heinz Beck e Tom Aikens. Quando torna si innamora dell’aspetto elegante, ma informale della Stazione di Posta, dove porta una cucina che gioca su pochi ingredienti di alta qualità di cui esalta i sapori, sulla padronanza della tecnica e sul piacere della presentazione del piatto.

 

Si passa poi a domenica 22 novembre alle ore 15,30 con la perfomance dello chef giapponese Noda Kotaro, il quale utilizzerà per il suo piatto l’agnello e il cavolo della Tuscia. Kotaro ha iniziato il suo percorso scegliendo la cucina italiana per la semplicità e l’immediatezza dei sapori. Dopo aver fatto esperienza a fianco di Enrico Crippa, Enrico Derflingher e Alessandro Breda arriva a Viterbo al ristorante Enoteca La Torre. Qui grazie anche a Carlo Zucchetti capisce l’importanza delle materie prime, del territorio e conosce prodotti che continuano ad essere l’anima dei suoi piatti come per esempio l’EVO della Tuscia. Oggi dopo un’esperienza presso il Jumeirah di via Veneto e uno stage al Noma di Copenhagen, Noda Kotaro lavora al Bistrot64 dove ha portato la sua padronanza tecnica, la conoscenza e la selezione di materie prime di qualità e la sua creatività.

 

E per concludere questa carrellata di stelle, Iside De Cesare (foto in apertura) chef del ristorante La Parolina di Trevinano, con la patata IGP alto Viterbese e il tartufo della Tuscia. Nata a Roma, la De Cesare abbandona ingegneria per la cucina portando tra i fornelli precisione e rigore scientifico insieme a un contagioso sorriso. Il suo percorso inizia con Agata e Romeo e La Pergola dell’Hilton, non dimenticando un’escursione fuori porta da Salvatore Tassa alle Colline Ciociare. Arriva poi alla Frasca di Castrocaro Terme come chef pasticciera e qui conosce Romano Gordini. Insieme nella vita e tra le pentole, decidono di aprire La Parolina a Trevinano, frazione di Acquapendente, ameno borgo immerso nella campagna della Tuscia con cui conquistano dal 2008 l’ambita e meritata stella Michelin.

 

Agli show cooking degli chef romani stellati e chiocciolati si alterneranno quelli dei cuochi dei ristoranti della Tuscia, selezionati in collaborazione con Slow Food Viterbo: sabato 21 alle ore 17,30 Assunta Stacchiotti della Trattoria del Cimino (Caprarola) con i Primi piatti della tradizione: Zuppa Ceci e Castagne, Maccheroni canepinesi; alle ore 19,30 Gianni Bono del Capriccio di Mare (Montalto di Castro) con Il pesce di mare e le patate vitelotte; domenica 22 novembre alle ore 11,30 Alberto Valentini dell’Agriturismo Valentini (Tuscania) con la Carne maremmana; alle ore 13,30 Rossella Dottarelli de La Tana dell’Orso (Bolsena) con il pesce di lago; alle ore 17,30 Maurizio Grani de Il Moderno (S. Martino al Cimino-Viterbo) con la Carne di maiale, lenticchia di Onano. Per informazioni sugli show cooking a Eataly: Tel. 06.90279201 / 06.90279201- www.roma.eataly.it

 

Piacere Etrusco è l’iniziativa della Camera di Commercio di Viterbo che fino al 27 novembre propone a Roma degustazioni guidate dei prodotti viterbesi nelle botteghe del gusto e nelle Enoteche, mentre in alcuni tra i più conosciuti Ristoranti e Osterie della Capitale gli chef propongonoo originalissimi menu ispirati dalla terra degli Etruschi. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul programma: www.tusciaviterbese.it

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.