Regione Lazio protagonista alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

0

REGIONE – Le Regioni italiane saranno protagoniste alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre. L’evento di rilievo internazionale da quest’anno vedrà non solo la presenza di un Paese Ospite, l’India, ma per la prima volta anche una Regione Ospite, il Lazio. Nel corso dei quattro giorni della manifestazione, numerosi gli appuntamenti che coinvolgono i siti di questo territorio dalle straordinarie e variegate attrazioni culturali.

 

L’intero programma degli eventi dedicati al Lazio ha il titolo “Archeologia e Turismo nel Lazio. Passeggiate nel territorio alla scoperta dell’antico”. Giovedì 29 ottobre la giornata è coordinata da Giovanni Bastianelli, direttore dell’Agenzia Regionale del Turismo della Regione Lazio. Si inizia (ore 12) con la presentazione di “Medaniene: la rete museale della Valle dell’Aniene”. A seguire (dalle ore 14) si discute di “Percorsi archeologici e turistici a Villa Adriana, Tivoli”, “Experience Etruria. Percorsi multisensoriali in terra etrusca”, “La necropoli etrusca della Banditaccia a Cerveteri”, “La via Clodia tra paesaggio e archeologia”, “La città etrusca di Volsinii e il Santuario Federale della Lega Etrusca a Bolsena”. Nel pomeriggio (dalle 15.30) vengono inoltre illustrate: “L’area archeologica Lucus Feroniae a Capena, sviluppi e potenzialità”, “Il Museo Civico Archeologico Lavinium di Pomezia”, “Il santuario di Giunone Sospita di Lanuvio tra presente e futuro”, “Vulci in 3D”, “Il tempio di Giove Anxur e l’architettura del sacro a Terracina”.

 

Venerdì 30 ottobre (ore 13.30) spazio per “L’Ager Alatrinum, le Mura Poligonali e il Sistema Museale Urbano di Alatri”, “Cori. Il patrimonio archeologico e monumentale di Età romana” e per la presentazione di “Indagini e nuove scoperte per la valorizzazione condivisa del patrimonio storico archeologico del Litorale Romano”.

 

Sabato 31 ottobre (ore 13) il dibattito è centrato su “La valorizzazione della Via Appia Antica nella Regione Lazio e il progetto pilota di Ariccia”, “Orte sotterranea – la città sotto la città”, “Dall’antica Aquinum alla Terra di Cicerone”. Domenica 1 novembre (ore 11.30) gli appuntamenti con “L’archeologia nel Museum Grand Tour” e con “Il sistema Museale Urbano di Lanuvio”.

 

Nelle scorse settimane, si era così espresso il Direttore dell’Agenzia Regionale del Turismo, Giovanni Bastianelli: “Il Lazio è una delle regioni di eccellenza nel mondo per il suo straordinario patrimonio archeologico, a Roma e fuori Roma, ricco di attrattive per il turista. Gli Etruschi, i Romani e, ancor prima, le popolazioni protostoriche che abitavano questo territorio, hanno segnato la storia e la civiltà della nostra Regione, formando un poliedrico patrimonio culturale, stratificato nei secoli. I visitatori e gli appassionati potranno scoprire, nella visita allo stand della Regione Lazio, storie di genti antiche e meravigliosi scenari di arte e cultura che attraversano tutto il nostro territorio. Ai nostri siti dedicheremo incontri, immagini, filmati, eventi: saremo lieti di presentare le molteplici potenzialità turistiche della nostra vocazione archeologica, così diversificata e seducente, e mostrare a Paestum lo straordinario libro di storia a cielo aperto del nostro millenario patrimonio”.

 

La BMTA
La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, la mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali. È luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo e al patrimonio culturale. Con i suoi 100 espositori, la presenza di 20 Paesi esteri, 50 tra conferenze e incontri, è appuntamento per addetti ai lavori, operatori turistici e culturali, viaggiatori e appassionati, oltre che opportunità di business con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico. L’evento, giunto alla XVIII edizione, si svolge dal prossimo 29 ottobre al 1 novembre, nelle suggestive location dell’area adiacente al Tempio di Cerere, del Museo Archeologico Nazionale e della Basilica Paleocristiana, all’interno del Parco Archeologico di Paestum, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1998.

 

Diverse le sezioni speciali: ArcheoIncontri, ArcheoLavoro, ArcheoStartUp, Incontri con i Protagonisti, Laboratori di Archeologia Sperimentale, Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico, Premio “Paestum Archeologia” per chi contribuisce alla valorizzazione del patrimonio culturale e la novità International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, riconoscimento alle principali scoperte archeologiche dello scorso anno intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.