“Si estendano le Indicazioni Geografiche ai prodotti non agroalimentari”

0

 

VITERBO – “Le Indicazioni Geografiche siano estese ai prodotti non agroalimentari, per tutelare e valorizzare eccellenze identificative dei diversi contesti regionali del nostro Paese”.

E’ CNA Artistico e Tradizionale a invocare un intervento legislativo che preveda un sistema armonizzato di protezione delle IG dell’Unione Europea per produzioni dell’artigianato artistico che siano espressione dell’unicità delle tradizioni produttive e della cultura di precisi ambiti territoriali.

Questa posizione, manifestata già nei mesi scorsi, è stata esposta, a Bruxelles, da Andrea Santolini e Gabriele Rotini, rispettivamente presidente e coordinatore nazionali di CNA Artistico, ai responsabili della Direzione Generale Grow (mercato interno, industria, imprenditoria e PMI) della Commissione Europea. Il confronto si è poi spostato presso la Rappresentanza Permanente d’Italia, dove è stato confermato l’interesse a sostenere a livello politico il dossier presentato.

CNA ha chiesto che la questione sia affrontata nel programma di lavoro 2017 della Commissione Europea. “Le realtà artigiane che rappresentiamo -ha sottolineato Santolini- hanno bisogno di essere tutelate e protette all’interno di un mondo sempre più globalizzato”.

CNA Artistico di Viterbo e Civitavecchia condivide questa azione. Come si spiega nel documento consegnato a Bruxelles, l’intervento sollecitato avrebbe una ricaduta positiva sul turismo, che punta sempre di più sulle eccellenze dei territori; tutelerebbe il consumatore, consentendogli soprattutto di scegliere con maggiore consapevolezza; contribuirebbe a salvaguardare un patrimonio di competenze e di valori che rischiamo di perdere; favorirebbe l’internazionalizzazione.

Info: CNA Artistico e Tradizionale, telefono 0761.2291. E-mail:relazioni@cnavt-civ.it. Sito internet: www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.