Unindustria, 700 studenti decretano il successo della sesta edizione del Pmi Day

0

VITERBO – Si è tenuta oggi, nell’ambito della Settimana della Cultura d’impresa, la sesta edizione del Pmi day, il tradizionale appuntamento promosso dalla Piccola Industria di Confindustria su tutta la penisola, in collaborazione con le Associazioni territoriali, per raccontare ai giovani il mondo delle imprese e trasmettere loro i valori della cultura imprenditoriale.

 

Nel Lazio sono state 21 le aziende associate ad Unindustria, che hanno aderito all’iniziativa aprendo le porte dei loro stabilimenti produttivi a 700 studenti delle scuole medie e superiori, per un totale di 15, tra licei ed istituti tecnici. Anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha voluto testimoniare la vicinanza delle Istituzioni in questa giornata, attraverso la partecipazione di Francesco Luccisano Capo della Segretera tecnica del Ministero, che ha incontrato gli studenti prima presso l’azienda Ised e poi presso la Luiss Enlabs.

 

Il Pmi day a Viterbo ha coinvolto l’azienda Saggini Costruzioni, che ha mostrato agli studenti le case di ultima generazione – 50 appartamenti in 4 palazzine – che formano lo “Smart Village” al quartiere Murialdo e spiegato l’intervento “Easy Village” di Via Polidori, appena partito. Si tratta di complessi residenziali progettati e costruiti seguendo gli standard energetici dell’Agenzia CasaClima di Bolzano, che prevede per le abitazioni livelli altissimi di efficienza. “Siamo di fronte ad abitazioni – ha spiegato Sergio Saggini – con elevate prestazioni termiche, che spendono in un’intera stagione invernale meno di 200 euro, costruite con le tecniche più innovative e con materiale ecosostenibile. Anche il comfort acustico, per fare un esempio, è 10 volte superiore a quello minimo di legge e le finiture sono di ottimo livello”. Gli studenti (quinta A e quinta B dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci) hanno visitato sia gli appartamenti in costruzione sia quelli finiti, in modo da poter vedere gli aspetti costruttivi e impiantistici. Sergio Saggini ha ricordato come la sua azienda ha superato la crisi dell’edilizia puntando diritta sulla qualità, mettendo al centro il cliente: “Fare impresa – ha detto ai ragazzi – significa coraggio, orgoglio, passione, impegno. Significa investire per la crescita del paese ed è con questo spirito che partecipiamo alla giornata di oggi, per mostrare che quella dell’imprenditore può essere un’opzione per il vostro futuro”.

 

A Roma hanno partecipato le aziende Consilia, Ega Congressi, Ised, Italtelec, Luiss Enlabs, Proge Software, Softlab, The Triumph, Zanchi che hanno aperto le porte agli Istituti Tecnici Buonarroti, Lucilla Domizia, Federico Caffè, Galilei, Giulio Verne, Leonardo Da Vinci, Pacinotti; a Frosinone hanno aderito le imprese Carind, Gran Tour, Mondoesa Lazio, Sogef con gli Istituti Alessandro Volta, Pertini ed il Liceo Scientifico Ceccano; a Latina ATM, Ing. Gaeta & c. sistemi elettrici, Mappi International, Cantina Villa Gianna hanno accolto gli studenti del Liceo Campus dei Licei e dell’Istituto Tecnico Statale Bianchini; a Rieti le aziende GalaTech, Phoenix,Telpress, Lombardini hanno ospitato gli Istituti Tecnici Luigi di Savoia e Aldo Moro.

 

“Il successo della giornata di oggi, con questo positivo riscontro in termini di partecipazione, ci riconferma l’importanza di questa iniziativa – afferma Vittoria Carli coordinatrice del PMI DAY di Unindustria – Abbiamo voluto raccontare ai ragazzi dal vivo, da chi fa impresa, cosa facciamo e come, ma soprattutto quanta passione quotidiana noi imprenditori mettiamo nelle nostre attività, per dare vita a quel Made in Italy che tutto il mondo ci invidia. Non è casuale che il focus del PMI DAY di quest’anno sia stato l’innovazione: ormai siamo nell’era dell’Industria 4.0, con il 50% degli investimenti nel mondo dedicati al digitale. Coniugare il mondo del manifatturiero con i servizi innovativi, può fare la differenza, generando il vero valore aggiunto per le imprese. Ma per fare questo – conclude Carli – servono giovani motivati che abbiano dimestichezza e competenza con le nuove tecnologie che possano dunque dare linfa e nuovi stimoli alle nostre imprese”.

 

“La nostra regione, rispetto alle altre, nel corso del triennio 2011-2013, spicca per una alta percentuale, quasi il 58%, di piccole e medie imprese più propense all’ innovazione – aggiunge Angelo Camilli Presidente della Piccola Industria di Unindustria – Mi auguro che questa giornata, attraverso le testimonianze delle aziende che fanno grande il Lazio, sia stata per i ragazzi una prima importante occasione di contatto con il mondo del lavoro e un modo per cominciare ad immaginare il loro futuro lavorativo, magari proprio in una piccola impresa”. La manifestazione, come di consueto, è inserita nell’ambito della Settimana della Cultura d’impresa e rientra tra gli eventi della Settimana Europea delle PMI organizzata dalla Commissione Europea.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.