Unirete: all’azienda Skylab Studios di Tarquinia la terza edizione del “Premio Unirsi per l’impresa”

0

 

TARQUINIA – E’ stata l’azienda Skylab Studios di Tarquinia ­ad aggiudicarsi la terza edizione del “Premio Unirsi per l’impresa”, una competizione nata per favorire l’incontro tra le start up e le eccellenze del territorio nell’ottica dello sviluppo di potenziali partnership industriali, commerciali e finanziarie.

 

L’iniziativa si è svolta nell’ambito di Unirete, il grande workshop organizzato da Unindustria a Palazzo dei Congressi di Roma (si conclude oggi): all’impresa un premio del valore di 10mila euro. Il progetto vincitore è nato dalla collaborazione tra Skylab Studios e Valni e propone uno strumento innovativo, coinvolgente ed efficace che accompagni la candidatura di Roma ai giochi Olimpici del 2024. Si tratta di un app che consente di vedere animate le più note opere d’arte italiane conservate all’estero, che così si fanno ambasciatrici per la candidatura di Roma ad ospitare i giochi olimpici. Un esempio tra tutti la Monna Lisa di Leonardo, che da Parigi (città che sfiderà Roma per la candidatura) si anima e sponsorizza i Giochi.

 

Skylab Studios, i cui soci sono Leonardo Tosoni, Alfonso Giacchetti e Marco Piastra. “Siamo molto contenti di questa vittoria anche per il progetto premiato, che sviluppa un’idea innovativa per la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024”, dicono i tre. “Con Valni abbiamo unito due mondi, quello appunto dell’innovazione e quello della manifattura. L’idea è stata subito sposata dal Comitato stesso, che appena l’ha vista ci ha subito invitato a dare forma al progetto”.

 

“Con il Premio Unirsi per l’Impresa ideato da Unindustria ed ormai alla sua terza edizione – ha detto Fausto Bianchi Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria con delega Start up – vogliamo sostenere lo sviluppo di progetti innovativi come volano per la crescita economica del sistema produttivo laziale e della competitività sul mercato nazionale ed internazionale. Crediamo fortemente che il futuro del nostro sistema imprenditoriale passi anche attraverso la sinergia tra imprese innovative e tradizionali e per questo continueremo con con iniziative simili, anche con la collaborazione dei principali stakeholders del territorio laziale. Le aziende che hanno aderito all’iniziativa sono tutte caratterizzate da progetti fortemente innovativi e proprio per questo motivo la scelta è stata particolarmente difficile”.

 

Tra le aziende partecipanti ad Unirete, oltre a Skylab, Ipa-Latte di Nepi, Gajarda, le aziende associate ad Ance Viterbo e quelle del Distretto ceramico di Civita Castellana Catalano, Flaminia, Globo, Simas, Saturnia e Tecla.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.