Al via a Gallese il progetto europeo “Acte”

0

 

GALLESE – Gallese al centro dell’Europa. Tutto pronto per ACTE, il progetto europeo finanziato al Comune di Gallese nel programma Europa per i Cittadini. ACTE – Active Citizenship for a Tighter-knit Europe si svolgerà nel comune della via Amerina da giovedì 4 a giovedì 11 prossimo, ospitando un cospicuo numero di delegazioni di cittadini provenienti da cinque Paesi dell’Unione Europea (Lituania, Spagna, Ungheria, Cipro, Rep. Ceca).

Cittadini, amministratori, volontari, esperti nel settore e autorità pubbliche a livello nazionale ed europeo si incontreranno a Gallese per sette giorni di dibattito sul futuro dell’Europa, sul crescente fenomeno dell’euroscetticismo e su quanto sia importante promuovere e sviluppare un più efficace senso di solidarietà tra i Paesi Membri dell’Unione Europea. Insieme ai cittadini italiani, le delegazioni da Kelmė (Lituania), San Cristovo de Cea (Spagna), Csabrendek (Ungheria), Deryneia (Cipro) e Dobšice (Rep. Ceca), e i cittadini ospiti da Polystypos e Agia Anna (Cipro) saranno coinvolti in dibattiti e tavole rotonde nella ricerca di punti di comune approccio alle problematiche recentemente sollevate dal crescente sentimento di opposizione alla Comunità e all’Unione Europea, venendo chiamati anche a proporre soluzioni e progetti di contrasto all’euroscetticismo. Non mancheranno attività pratiche, visite ad aziende, enti e imprese locali, momenti di convivialità e visite turistiche tematiche relative al progetto. Inoltre le delegazioni saranno ospitate nella cittadina nel momento di suo massimo splendore, nel corso dei Festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Famiano, potendo così conoscere tutte le tipicità locali, gustarne il profondo senso di comunità e sperimentare l’accoglienza e il calore del popolo italiano.

Il Progetto ACTE sarà poi occasione per l’ulteriore ufficializzazione del gemellaggio intrapreso con la cittadina Lituana di Kelmė e per rafforzare i rapporti di amicizia che intercorrono con il Comune Spagnolo di San Cristovo de Cea e con il loro importantissimo Monastero di Osera.

“Sarà un occasione di grande crescita culturale e civile – ha dichiarato il Sindaco del Comune di Gallese Danilo Piersanti – perché il confronto spinge sempre al miglioramento grazie alla conoscenza reciproca, permettendo quindi il superamento delle diffidenze, delle opposizioni e evitando la creazione di estremismi e violenza. Per noi è un onore ospitare questo progetto ed aprire il nostro Comune verso l’Europa; ma esso sarà anche un ottimo strumento a livello locale per rafforzare il senso di appartenenza e l’impegno attivo di tutti i cittadini, chiamati all’accoglienza delle delegazioni internazionali. Non vedo l’ora che i vari cittadini europei invitati, a cui do il mio sincero benvenuto, si mettano all’opera, insieme ai miei concittadini, per gettare le basi di un’amicizia e di una collaborazione duratura”.

Il Sindaco prosegue poi invitando la cittadinanza ad affiancare l’Amministrazione Comunale ed a rendersi amica di questi rappresentanti di altre piccole città europee come Gallese, sfruttando questa grande occasione di integrazione e dialogo interculturale offerta dal Programma “Europa per i Cittadini”.

“Un ringraziamento – conclude il Sindaco Danilo Piersanti – a coloro che si impegneranno volontariamente ad assicurare un perfetto svolgimento delle attività e dell’accoglienza per le delegazioni straniere. Considero fondamentale il loro apporto e a loro tutti va la mia più sincera gratitudine”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.