Mario e il lago 80 anni da pescatore

0

MARTA – Il lago di Bolsena è stato per più di 80 anni il compagno di avventure di Mario Volpi (foto) un pescatore del paese di Marta dove fin da piccolo è sempre andato a pescare e ancora oggi con la sua tipica barca da pescatore solca le acque al mattino presto quando la maggior parte delle persone ancora riposa per andare a cercare quella pesca speciale che ogni pescatore si augura.

Questa pesca della Tirlindana è una pesca selettiva in quanto soltanto il Luccio e di grosse dimensione di solito attacca gli artificiali che vengono fatti passare in punti specifici del lago, prendendo come riferimento i luoghi che circondano il lago di Bolsena e con altezze impostate senza l’ausilio di tecnologie varie, infatti Mario nei suoi racconti di pesca usa termini come “andare in cupo” o “andare in piano” per i luoghi di pesca e unità di misura per la lunghezza della lenza in “pase”.

Il suo corredo di pesca è stato sapientemente affinato negli anni dall’esperienza e dalla passione di costruire artificiali di legno fatti in casa e altri piccoli accorgimenti che nel tempo hanno permesso di catturare il suo trofeo più grande, un luccio di ben 10 kg. che ha fatto stancare Mario prima di tirarlo a bordo nella sua barca e cosi poi da poterlo portare a casa dalla sua famiglia. Il pesce sarà mangiato da amici e parenti con una preparazione tipica del paese di Marta e anche dallo stesso Mario che è anche un bravo uomo di cucina oltre che di pesca.

I ricordi di pesca di Mario sono sempre un’ attrazione per i nipoti appassionati di pesca e speriamo che ogni tanto questi esemplari di Luccio tornino a farsi prendere per ricordarci che ci sono e nuotano in questo bellissimo lago di origine vulcanica, il più grande d’Europa.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.