Montefiascone, la staccionata si può fare

0

 

MONTEFIASCONE – L’attivissimo consigliere, A. Merlo, fa un’altra conquista, sembra che la fortuna lo stia aiutando nella sua tenace volontà e tempestività nel fare le cose per il bene dei cittadini di Montefiascone; proprio ieri, mentre dava il via al primo lotto dei lavori sul lungo lago, con la pulitura ed il taglio delle canne, dall’assessorato competente della Regione Lazio, giungeva la risposta alla sua richiesta per realizzare la staccionata lungo l’arenile del lago, il posizionamento di panchine e specifici contenitori per i rifiuti solidi urbani di spicciola entità.

Un’altro tassello che si aggiunge e favorisce quel grande progetto di rivalutazione del lago che il Merlo ha in mente di realizzare e del quale ne ha data notizia appena ieri. Un opera realizzata con paletti di legno nel rispetto dell’ambiente naturale del lago, un’opera che ci ricorda le staccionate che gli antichi padri facevano a difesa dei propri terreni, una staccionata che servirà a proteggere le spiaggette disseminate lungo il Kmetro di fronte lagunare sul quale l’assessore intende lavorare per ridargli quella dignità che gli è stata tolta. E’ un momento importante per tutta la comunità cittadina, stiamo dando dignità ad un lungo tratto del nostro litorale lacustre, abbandonato da anni dalla poca sensibilità ed oculatezza delle varie amministrazioni e per questo ridotto all’indecenza, complice anche il comportamento poco corretto dei proprietari dei terreni che non si sono risparmiati dal produrre solo degrado nella zona, ha commentato il Merlo.

Il delegato Merlo, a conclusione della giornata lavorativa, ha verificato il lavoro fatto dalla ditta ed, avendo riscontrato un lavoro fatto veramente a regola d’arte, intende ringraziare, sia l’operaio specializzato del comune che, anch’egli ha collaborato con la ditta, sia la ditta stessa, con vero sentimento di riconoscenza, anche perché l’importo di spesa è stato veramente esiguo; due trattori, più quello comunale che, dalle nove alle diciassette, quindi una giornata piena, hanno lavorato per soli cinquecento euro, è motivo di orgoglio, ha seguitato il Merlo nel suo commento; quando le cose si vogliono fare, si trovano anche ditte disponibili nell’ambito del giusto guadagno, senza, come si suol dire, spremere troppo il limone, in questo caso, la pubblica Amministrazione.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.