A Montefiascone Palio delle Botti e pigiatura dell’uva

0

 

MONTEFIASCONE – Il Palio delle Botti e la pigiatura dell’uva hanno dato un tono particolare alla quinta serata della Fiera (sagra) del vino in Montefiascone. La gara delle botti si è svolta sul tratto di strada chiuso ben conosciuto come salita di Mimmi e le quattro squadre partecipanti: S. Flaviano, Coste, Rocca, Mosse-Verentana, hanno spinto le pesanti botti dall’inizio della salita fin su, alla cima, per un tratto di circa cento metri dalla pendenza del venti per cento; una bella faticaccia che ha messo a dura prova i partecipanti.

Ogni squadra era composta da quattro elementi e le botti da far salire avevano un peso di circa un quintale; cronista della serata Gianni Nunziati, servizio audio affidato e curato dalla Raff Records. Per la contrada S. Flaviano gareggiavano: Paolo Bellucci, Federico Magnani, Cristiano Carloni e Andrea Coralloni; per la contrada Le Coste erano sul campo: Federico Benedettucci, il consigliere comunale Pietro Venturini, Alessandro Fetoni e Alessandro Lucchi; per la Rocca si cimentavano: Cristiano Tacchi, Maurizio Smafora, Andrea Benedettucci e Alessandro Scoponi; per la contrada Mosse- Verentana erano in gara: Emanuele Terazzi, Marco Porroni, Riccardo Mocci e Stefano Trapé.

La gara era divisa in due tornate, in ogni tornata gareggiavano due squadre; le prime a partire sono state: Mosse-Verentana e S. Flaviano con la vittoria delle Mosse-Verentana; in seconda tornata Rocca e Coste con al vittoria della Rocca. Si sono poi svolte le competizioni tra S. Flaviano e Coste per il terzo e quarto posto, tra Mosse e Rocca per il primo e secondo posto con la seguente classifica finale: Rocca, Mosse, S. Flavaino, Coste. Le stesse formazioni poi si sono cimentate nella pigiatura dell’uva sul palco di piazzale Roma: un rappresentante di ogni squadra, a piedi nudi, in appositi bigonci separati, con sotto rubinetto e bacinella graduata, per la raccolta del mostro, prodotto, doveva pigiare un quantitativo d’uva, uguale per tutti, in un medesimo tempo di circa tre minuti. Alla fine del tempo il cronometrista, Dei Svaldi, ha comunicato i vincitori con i seguenti risultati: Primo posto va alla contrada Mosse-Verentana con dieci punti; al secondo troviamo la contrada Rocca con otto punti e mezzo; al terzo la contrada Coste con sette punti; ed al quarto posto si pone la contrada S. Flaviano con sei punti e mezzo. L’intera manifestazione è stata supportata dal settore tamburi, tra i quali figurava il neo assessore Manzi Paolo, è clarine del corteo Storico.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.