Anima Orte: “Approssimazione e polemiche sterili della nuova amministrazione Giuliani”

0

 

ORTE – I consiglieri di Anima Orte, Angelo Ciocchetti ed Antonella Claudiani tracciano un’analisi di quanto emerso nel Consiglio Comunale di sabato 30 luglio che ha visto ben nove punti all’ordine del giorno.

“Molto dibattuto il punto relativo al riequilibrio del bilancio di previsione 2016 che va fatto obbligatoriamente , come stabilito dal regolamento di contabilità dell’ente locale , almeno una volta l’anno ed entro il 31 luglio , sulla base di maggiori minori spese/entrate segnalate dai responsabile di settore.

In questo contesto si esaminava anche l’azzeramento del contributo degli utenti richiedenti per il servizio Scuolabus a fronte della volontà degli amministratori di rinunciare alla metà dell’indennità loro spettante.

Nel corso del dibattito è emersa l’incapacità dell’Amministrazione guidata da Giuliani di pianificare e documentare ciò che si propone . Il Sindaco ed i suoi assessori/consiglieri non hanno saputo fornire ipotesi di costi del servizio scuolabus , non sapevano neanche quale fosse il valore della metà della loro indennità. Tra le altre cose la rinuncia alle indennità non è stata ancora formalizzata, come invece sostiene la giunta.

Il Sindaco ha accusato le opposizioni di mero ostruzionismo, ma noi di Anima Orte ribadiamo che non siamo contrari ad un abbattimento dei costi del servizio scuolabus per le famiglie, ma vorremmo dei costi equi in base alla reale possibilità economica delle famiglie. Orizzonte Comune ha scelto di intervenire su un servizio che gia per il 90% era coperto dal bilancio comunale (ovvero dai soldi dei cittadini di Orte), noi di Anima Orte avremmo optato per altri servizi a domanda individuale (asilo nido, mensa scolastica) che gravano sulle tasche degli utenti con un’incidenza decisamente maggiore.

Per quanto riguarda lo scuolabus sarebbe stato più equo, a nostro giudizio, prevedere due o tre scaglioni di contributo, riservando la gratuità soltanto alla fascia economicamente più debole, rilevabile mediante l’Isee.

Avremmo riservato risorse per ridurre anche il costo mensa per le fasce più deboli, in virtù del fatto che il servizio mensa viene utilizzato da una platea ben più ampia.
Avremmo pensato anche a forme di incentivi allo studio, assegnati a studenti meritevoli provenienti da famiglie non agiate.

Spiace inoltre constatare che la maggioranza non ha proposto nell’assestamento di bilancio alcuna variazione in aumento su capitoli legati alla cultura, al sociale e al turismo, avendo operato invece delle riduzioni in ambito sport, pubblica istruzione e diritto allo studio.

La maggioranza è apparsa impreparata anche sul punto relativo all’aggiornamento del programma triennale dei lavori pubblici, dove veniva proposta una variazione dei costi per il progetto definito di completamento della strada di accesso al parcheggio di Molegnano. In assenza del responsabile di settore non hanno saputo argomentare l’aumento dei costi e dire se le azioni previste dal progetto fossero sufficienti al corretto completamento dell’opera.

Il pressapochismo dell’amministrazione Giuliani si è palesato infine nell’ultimo punto all’ordine del giorno in cui si doveva discutere di determinazioni relative alla sentenza del Tar del 15 Luglio 2016 in cui il Comune di Orte viene diffidato a trasferire in ATO/Talete la gestione del Servizio idrico integrato. La documentazione fornita era inesistente, per cui si è dovuto sospendere il Consiglio e lavorare alla stesura di una istruttoria votata poi all’unanimità dal Consiglio Comunale, in cui si richiede di procedere alla non partecipazione in Talete del Comune di Orte , che in base all’art 147 del Testo unico ambiente, presenta i requisiti necessari ad una gestione autonoma del servizio idrico.

Si procederà inoltre all’appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar, unitamente agli altri 18 comuni della provincia di Viterbo che si trovano nella stessa situazione di Orte. Il Sindaco Giuliani sbandiera che è riuscito ad ottenere l’unanimità su questo punto, dimenticando che già lo scorso anno tutto il consiglio votò il ricorso al Tar contro l’ingresso in Talete. Abbiamo chiaro che questa amministrazione ha imparato presto ad arrogarsi meriti ed a scaricare colpe. Della tanta decantata richiesta di collaborazione, peraltro apparsa esagerata nel consiglio comunale di insediamento, non v’è già più traccia.

I consiglieri Claudiani e Ciocchetti hanno infine promosso due interrogazioni scritte. Una in cui si chiede se e quali iniziative l’amministrazione comunale abbia messo in campo a supporto del Copeo, Comitato Pendolari Orte , che nel corso dell’ultimo mese rileva pesanti ritardi e disagi per i viaggiatori della tratta Roma-Orte e viceversa. L’altra interrogazione chiede che gli interventi di sfalcio e pulizia del verde pubblico siano calendarizzati con periodicità e non siano interventi straordinari. Nell’interrogazione si richiede inoltre maggiore pulizia delle strade e soprattutto la potatura delle siepi che stanno ostruendo la carreggiata delle strade periferiche e vicinali.

Anima Orte chiede all’amministrazione Giuliani, in vista dei prossimi consigli comunali, maggior rigore e preparazione e meno approssimazione”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.