AnimaOrte si presenta ai cittadini

0

ORTE – “Orte è una, è la nostra città, noi la amiamo e la rianimeremo”. Questo lo slogan con cui la nuova formazione civica di AnimaOrte si presenta ufficialmente nell’agone della campagna elettorale per il Comune. Dopo la prima uscita ufficiale sui mezzi di informazione, è venuto il momento per la compagine di scendere in campo. Questo sabato 16 aprile alle 17.00, all’interno dei locali del DLF di Orte Scalo, la lista AnimaOrte e il suo candidato sindaco Angelo Ciocchetti (foto) saranno presentati ufficialmente.

 

La scelta oculata del movimento parte proprio dal nome che può essere visto sotto molti punti di vista: dal restituire un’anima comune e unitaria al nostro paese a quella di rendere vivo il nostro territorio, fino alla forma imperativa in cui ogni cittadino si senta chiamato a partecipare. Proprio questa anima vuole creare un piano realizzabile di innovazione della città

 

Partiamo con il primo tassello per un comune digitalizzato, per un comune in grado di fornire servizi efficienti, un comune che offra spazi aggregativi ed associativi, un comune che trasformi in turismo i flussi di persone, un comune in grado di investire sulla cultura, un comune che renda vivibile il nostro territorio.

 

La coalizione sceglie di affidare alla competenza e alla capacità la via per rianimare Orte. Siamo convinti che l’improvvisazione sia il peggior difetto nella politica, per questo già da sabato si metteranno in campo le specificità della squadra per migliorare questo paese. Un sistema che abbandoni il demagogo metodo politico che il nostro territorio ha mostrato fino a oggi e che provi, con impegno e volontà, a far rifiorire la vocazione della nostra città.

 

Un impegno concreto, sapendo che ci sarà bisogno di lavoro, competenza, di sapersi rimboccare le maniche per garantire un futuro vivibile al nostro territorio. Un’anima unitaria che possa creare un’identità del territorio, un progetto civico che possa rendere Orte migliore.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.