20 mila euro per le Minimacchine del Pilastro e del Centro storico: il 2 ottobre cerimonia in Sala Regia

0

VITERBO – 20 mila euro per il Trasporto delle mini macchine di Santa Rosa. Questo in breve quanto riportato nella nota inviata dal Consiglio regionale del Lazio al Comune di Viterbo nei giorni scorsi. La comunicazione, che porta come oggetto l’adesione alla proposta di accordo presentata da Palazzo dei Priori, fa seguito alla promozione di accordi, da parte del Consiglio regionale del Lazio, con le amministrazioni pubbliche, per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune, di carattere non estemporaneo, che abbiano come obiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale, la conservazione e la rivalutazione delle tradizioni e degli usi delle comunità locali, l’agevolazione e il sostegno delle attività di utilità sociale.

 

“Da quasi cinquant’anni – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali e giovanili Alessandra Troncarelli (foto) – accanto all’importante evento del Trasporto della Macchina di Santa Rosa del 3 settembre, ci sono le mini macchine portate a spalla da bambini. Due sono le più “antiche”, se così possono definirsi. Quella del centro storico, che festeggia quest’anno il 49esimo trasporto, e quella del quartiere Pilastro, che lo scorso sabato ha sfilato per il 45esimo anno. Questi due appuntamenti, oltre ad essere molto attesi, rappresentano una fucina per i ragazzi che aspirano a diventare facchini di Santa Rosa.

 

Il tutto anche grazie ai relativi comitati che organizzano, dedicando impegno ed energie a questa tradizione. Parlo del comitato Centro Storico e del Comitato permanente Festeggiamenti Pilastro-Palazzina. In base alle linee guida dettate dal Consiglio regionale del Lazio, che escludevano in questo caso eventi alla prima edizione, o comunque di recente organizzazione, ho ritenuto meritevoli di attenzione le due mini macchine. Per questo importante risultato, ovvero l’ottenimento di 20 mila euro da destinare ai due eventi che precedono il trasporto della Macchina di Santa Rosa, che, non dimentichiamo, rientrano a pieno titolo in quel patrimonio immateriale riconosciuto dall’Unesco insieme alla stessa Macchina di Santa Rosa, nell’ambito della Rete delle grandi Macchine a spalla italiane, verrà organizzata una cerimonia il prossimo 2 ottobre. Un momento di rilevante importanza – prosegue l’assessore Troncarelli – a corollario e giusto completamento di questa operazione tra Comune di Viterbo e Regione Lazio”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.