Incendio centro raccolta Ama di Onano, svolta riunione a Roma

0

 

ONANO – “Si è tenuta nei giorni scorsi a Roma, negli uffici di via Rosa Raimondi Garibaldi, una riunione che ha riguardato il centro di raccolta Ama di Onano, a pochi giorni dall’incendio in cui sono andati in fumo materiali plastici.

All’incontro, di cui mi sono fatto promotore, hanno partecipato tecnici della Regione Lazio, rappresentanti dell’Arpa, dell’Asl, il vicesindaco di Onano, i sindaci di Acquapendente e Gradoli e il vicesindaco di Grotte di Castro Si è trattato di un momento molto importante di condivisone, durante il quale ci sono stati utili scambi di informazioni tesi a tracciare un percorso condiviso di intervento. Nelle ore immediatamente seguenti al rogo, infatti, erano state fatte delle verifiche sulla qualità dell’aria e dei terreni per capire quali e quante sostanze si sono diffuse: tali informazioni, ancora oggetto di analisi, saranno ora a disposizione di tutti gli enti che, ciascuno per le loro competenze, si dovranno occupare della vicenda.

La riunione aveva peraltro anche l’obiettivo di avere un quadro chiaro della situazione e contrastare due opposti estremismi. Da un lato c’è una tendenza a sottovalutare o a negare il problema, mentre dall’altro lato si creano allarmismi che non sono utili a fornire le giuste informazioni. C’è anche da riflettere sul perché un territorio dall’alto potenziale turistico e agricolo possa diventare oggetto di insediamenti che possono contribuire ad erodere tale vocazione.

Da ricordare, infine, che la prossima settimana è in programma un’altra riunione a Roma. Anche in questa occasione la Regione è intervenuta in maniera tempestiva, a tutela della salute dei cittadini. Da parte mia un ringraziamento agli intervenuti”.

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.