“318 firme in 4 ore contro la chiusura del reparto di Ginecologia di Tarquinia”

0

TARQUINIA – Si è tenuta il 28 luglio 2015, di fronte l’ingresso l’ospedale di Tarquinia una manifestazione, con raccolta firme, organizzata dalla locale sezione del Movimento Idea Sociale, contro la chiusura del reparto di Ginecologia dell’Ospedale stesso. “Non credevo, ha dichiarato il segretario della sezione di Tarquinia Omero Tomassoni, una grande partecipazione degli abitanti di Tarquinia e comuni limitrofi, infatti in 4 ore siamo riusciti a raccogliere 318 firme e i firmatari, anche quelli non della nostra area, dopo averci fatto i complimenti ci esortavano a continuare nella nostra battaglia contro la chiusura del Reparto di Ginecologia.”

 

Il segretario Regionale Lazio Giancarlo Aquilanti a detto “ la cosa che ci ha fatto più piacere, oltre il successo della manifestazione, è stato vedere che hanno firmato anche persone che non la pensano come noi e qualcuno ci ha detto che questo genere di manifestazione si doveva fare molto prima e non doveva essere fatta solo da un partito ma da tutti i partiti e sindacati ad iniziare dalle RSU dell’Ospedale, infatti un dipendente del Reparto di Ginecologia ci ha confidato che era rimasta delusa ed amareggiata perché questo tipo di manifestazione doveva essere stata fatta all’interno dell’Ospedale stesso.

 

Il dirigente Nazionale MIS Guido Faggiani ha concluso “ Il commissario ASL Macchitella nel Consiglio Comunale aveva dichiarato che non era lui l’interlocutore e che la decisione era stata presa alla Regione Lazio, Vorrei chiede a questi dirigenti della Regione Lazio nelle loro valutazioni sul numero dei parti di Tarquinia e Civitavecchia hanno tenuto conto della CRESCITA ZERO che abbiamo da qualche anno a questa parte, infatti il numero dei parti diminuisce fisiologicamente, e che cosa molto più importante se hanno tenuto conto che Civitavecchia è una città con 50.000 abitanti mentre Tarquinia è una cittadina di 16.000, e nel rapporto tra abitanti e parti si nasce più a Tarquinia che ha Civitavecchia. Crediamo che questi Dirigenti non hanno fatto queste valutazione e che la chiusura era stata decisa già anni addietro, infatti a Tarquinia è toccata la stessa sorte del Reparto di Ginecologia dell’Ospedale di Bracciano, infatti per lo stesso motivo il Reparto è stato chiuso anni addietro ma i parti a Civitavecchia non sono aumentati, infatti gli utenti di quel bacino preferiscono partorire a Roma e non a Civitavecchia, anzi molti utenti di Civitavecchia e del bacino servito dall’Ospedale preferiscono partorire a Tarquinia, almeno fino al 1 agosto p.v.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.