“335mila posti di lavoro salvaguardati dalla cassa integrazione”

0

VITERBO – “Circa 335 mila posti di lavoro salvaguardati dalla cassa integrazione”. A dichiararlo, in base ad uno studio del Servizio Politiche Attive e Passive del Lavoro della UIL, è Giancarlo Turchetti (foto), Segretario Generale dell’Unione Italiana del Lavoro di Viterbo. “280 mila – prosegue Turchetti – sono stati salvaguardati dalla cassa integrazione straordinaria, gestione che ha registrato un aumento del 69,6% rispetto a gennaio dello scorso anno per un ammontare complessivo di ore autorizzate pari a 47,6 milioni. 

 

Questi dati, drammaticamente preoccupanti se visti sotto il profilo della perdurante e forte crisi del nostro tessuto produttivo, lo diventano maggiormente se consideriamo il blocco amministrativo che ha riguardato la cassa integrazione ordinaria (in 47 Province neanche un’ora autorizzata!), tanto da determinare – sottolinea Giancarlo Turchetti – una più che anomala flessione dell’80,7% rispetto allo stesso periodo del 2015 e alla diminuzione, per insufficienza di risorse e per le ristrettezze temporali (3 mesi massimo in un anno) decise dal Governo, della cassa integrazione in deroga (- 13,9%)”.

 

“Tra blocchi amministrativi – spiega il Segretario Confederale UIL, Guglielmo Loy – assenza di risorse, riforma di un sistema di sostegno al reddito che è stato ridimensionato nella possibilità di accesso e, soprattutto, in presenza di una crisi che ancora presenta, in molti settori ed in molte aziende, un termometro a febbre alta, la maggiore preoccupazione è per i potenziali riflessi che, sul tessuto occupazionale, porterà quest’assenza prolungata di politiche di sviluppo che rimettano in moto il nostro Paese. Il Governo – conclude Loy – avrebbe una importante occasione per rivedere le norme restrittive regolate dal Jobs Act: le modifiche del decreto attuativo 148 come previsto dalla legge dovrebbero cogliere l’esigenza di rafforzare la protezione sociale e, quindi, la Cassa integrazione, in una fase di ancora troppo bassa crescita e di diffuse crisi aziendali”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.