A Montefiascone l’assemblea dei socialisti della provincia di Viterbo

0

MONTEFIASCONE – A Montefiascone, il giorno 5 giugno 2015, presso la Sezione del Partito Socialista Italiano, si è svolta l’assemblea dei socialisti della provincia di Viterbo convocata per esaminare lo stato del partito viterbese e la sua incidenza nella politica. All’assemblea hanno partecipato molti compagni provenienti dai paesi della provincia di Viterbo.

 

Hanno portato il loro contributo d’idee e proposte, Gian Franco Schietroma coordinatore della segreteria nazionale, Oreste Pastorelli componente della segreteria nazionale e deputato al Parlamento, Luciano Romanzi segretario regionale. Al tavolo della presidenza anche Aldo Filosa segretario della Federazione e Massimo Paolini designato alla successione a segretario politico della Federazione.

 

L’introduzione di Massimo Paolini si è incentrata sulla necessità di dare nuovo impulso alle iniziative politiche del partito, rinnovando gli incarichi, dando più spazio ai giovani, pur tenendo in debito conto l’esperienza degli anziani socialisti. Dopo di lui gli interventi hanno dato vita ad un dibattito attento sulle problematiche attuali, nazionali e provinciali, evidenziando l’impegno del Partito a livello centrale per la loro soluzione. Impegno che ha portato a maggiori consensi nelle ultime elezioni, nonostante la scarsissima presenza che l’informazione da alle proposte di legge e alle iniziative dei parlamentari socialisti. Le Sezioni e le Federazioni, allora, oltre che ad essere maggiormente propositive per il territorio di competenza, dovrebbero impegnarsi, con iniziative idonee, nella trasmissione ai cittadini dell’attività dei parlamentari e dei vertici del Partito.

 

Molte infatti sono le questioni proposte dai socialisti e approvate dal Parlamento, delle quali altri gruppi parlamentari o partiti, grazie alla loro presenza continua sui mezzi d’informazione, riescono a far passare come loro iniziative. Per citarne alcune, quelle a favore dell’agricoltura, che portano la firma dell’on. Oreste Pastorelli: la modifica della legge approvata all’indomani della comparsa degli incendi alla cosiddetta Terra dei fuochi, che permette ora ai contadini di poter bruciare le sterpaglie dei campi, mentre la legge per la Terra dei fuochi le equiparava a rifiuti speciali; per l’olivicoltura e la mosca olearia. Le battaglie, poi, che, a tutti i livelli, il Partito porta avanti per l’ambiente sano e pulito, per la potabilità dell’acqua, per un servizio di trasporti efficiente, per l’integrazione sociale e per la sicurezza dei cittadini, per un rapporto più collaborativo con il sindacato.

 

L’Italia, è stato più volte ribadito, può risollevarsi dalla grave crisi economica scommettendo concretamente sull’ambiente, sull’agricoltura sana e sul turismo. Sono questi i temi a lungo dibattuti, a Montefiascone, proprio nella Giornata mondiale dell’ambiente e che hanno fatto ritenere necessario un loro approfondimento, con un rinnovato direttivo di federazione. Al termine dell’assemblea sono stati eletti all’unanimità i nuovi dirigenti, il segretario della federazione nella persona di Massimo Paolini e a presidente Aldo Filosa, che hanno assicurato di voler riunire periodicamente il Partito per discutere le proposte per la soluzione dei gravi problemi che interessano il territorio viterbese, primo fra tutti il lavoro, la mobilità, la salute e la salvaguardia dell’ambiente.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.