A novembre il nuovo asilo nido di Tuscania

0

TUSCANIA – “Prima pietra del nuovo Asilo Nido di Tuscania realizzato dall’Ipab Toscanella grazie a un cofinanziamento di 540mila euro da parte della Regione Lazio”. A dichiararlo è Riccardo Valentini, consigliere regionale del PD, nel corso dell’avvio dei lavori. Presente l’assessore regionale alle politiche sociali Rita Visini.

 

“Il nuovo Asilo Nido – spiega Valentini – coprirà una superficie di circa 400 mq, avrà 250 mq di giardino, e ospiterà 30 bambini dai 0 ai 3 anni con zone separate relative ai ‘Lattanti’, ‘Semidivezzi’ e ‘Divezzi’. Il costo complessivo del progetto ammonta a 540mila euro, di cui 270mila finanziati Regione Lazio e i restanti 270mila a carico dell’Ipab. I tempi di realizzazione saranno di 10 mesi con consegna prevista nel mese di novembre. La nuova struttura – prosegue Valentini – verrà realizzata nell’area di proprietà della Diocesi Vescovile di Viterbo, data in concessione all’Ipab che concretizzerà l’opera, dove oggi è presente la scuola materna che ospita 40 bambini dai 3 ai 6 anni”.

 

“Il cantiere che sta partendo – continua Valentini – è frutto del recupero di un vecchio finanziamento che correva il rischio di andare perduto. Grazie a un eccellente lavoro di squadra con l’Assessorato alle politiche sociali è stato possibile non mandare perduti i fondi e destinarli finalmente alla realizzazione di un’opera che presto sarà al servizio dei bambini e dei loro genitori. Al servizio del territorio. Si tratta – sottolinea Valentini – di un’iniziativa importante, in linea con le attività promosse dalla Regione Lazio a favore delle famiglie e delle comunità. Un nuovo cantiere significa infatti nuovi posti di lavoro e l’attivazione di una piccola economia locale, grazie anche all’avvio del nuovo Asilo che richiederà altro personale. La valorizzazione del territorio – conclude Riccardo Valentini – si attua anche grazie al sostegno che le istituzioni sono in grado di dare a chi come l’Ipab quotidianamente svolge attività sul territorio, investendo risorse e proponendo progettualità che hanno ricadute concrete. Un’ulteriore conferma che le nuove generazioni sono al centro dell’attenzione delle politiche regionali”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.