Ali della Colomba: il sindaco Angelelli a Betlemme per l’inaugurazione della Guesthouse

0

CIVITA CASTELLANA – Si è svolto nei giorni scorsi a Betlemme un importante evento legato al progetto “Le ali della Colomba” a cui ha aderito il Comune di Civita Castellana. E’stata inaugurata sabato 12 dicembre una nuova guesthouse posta nell’edificio Hosh Al Syrian all’interno del centro storico.

 

Alla cerimonia ha partecipato anche il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, che insieme al consigliere comunale Gianluca Salsa si è recato in visita in Palestina in rappresentanza del comune. Nel 2011 infatti il Comune di Civita Castellana aveva siglato un accordo per sostenere il progetto “Le ali della colomba” per la realizzazione di una guesthouse a Betlemme.

 

“La collaborazione con i paesi che vivono in gravi situazioni di conflitto e di difficoltà ed in particolare con le loro municipalità è uno degli obiettivi che ci siamo sempre posti come amministrazione comunale, consapevoli di interpretare la grande generosità dei cittadini di Civita Castellana – ha dichiarato il sindaco Gianluca Angelelli di ritorno da Betlemme – Il contributo che in questo caso il nostro comune ha dato al progetto Le ali della Colomba, in collaborazione con i comuni fiorentini e con il Consolato Italiano di Gerusalemme, ha una valore speciale perché vuole, seppur con un piccolo gesto, aiutare a fare un passo in avanti nella conquista della pace in quei luoghi martoriati. In questo caso lo fa con un atto concreto che è quello di partecipare allo sviluppo economico di Betlemme, città simbolica per ovvie ragioni. Ed è per questo che come sindaco della nostra città sono onorato di aver portato il contributo dei nostri concittadini a questo scopo così importante.”

 

Il protocollo che ha portato alla realizzazione della nuova guesthouse fa parte del programma di sostegno alle municipalità palestinesi messo in atto dal Ministero degli Esteri denominato “Le ali della colomba” al cui interno, in uno sforzo di aiuto verso la popolazione palestinese, operano anche le comunità locali. L’obiettivo principale del programma ministeriale “Ali della colomba” è di rafforzare le capacità tecniche, amministrative e gestionali dei comuni palestinesi e migliorare la qualità della vita della popolazione.

 

In questo contesto rientra anche il progetto per la riabilitazione e preservazione dell’edificio Hosh Al Syrian posto nel centro storico di Betlemme per il suo riutilizzo a guesthouse. Le guesthouse sono strutture ricettive rivolte prevalentemente a viaggiatori in cerca di una sistemazione alternativa all’albergo in grado di offrire l’ospitalità e l’accoglienza della propria casa, unitamente al comfort e alla professionalità di un grande hotel pronto ad accogliere i turisti. Sarà così possibile, anche attraverso questa struttura, favorire lo sviluppo economico e sociale di Betlemme, dal momento che al suo interno lavoreranno anche dieci persone.

 

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il sindaco di Betlemme, Vera Baboun e il Console Italiano a Gerusalemme, Davide La Cecilia, oltre ai rappresentanti degli altri comuni che hanno aderito al progetto.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.