“Andate a casa!”

0

VITERBO – “È deprimente! Non sappiamo come altro poter definire l’indecoroso spettacolo a cui i viterbesi sono costretti ad assistere sulle infinite polemiche e baruffe dei politicanti nostrani. Ancora una volta la vecchia politica dimostra tutta la sua ipocrisia anteponendo le beghe di partito agli interessi dei cittadini, evidentemente incurante dei danni che questo modo di fare causa alla collettività quanto a immobilismo amministrativo e all’immagine della stessa amministrazione.

 

Temiamo che il temporeggiare del sindaco sia dettato più dalla necessità di trovare scappatoie dignitose alla crisi, anche in vista della possibilità di ripresentarsi alle prossime elezioni (della serie l’impudenza non ha limiti), che alla volontà di ricucire una situazione ormai insanabile.

 

A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, come recita il detto e quindi temiamo pure che la posizione dei cosiddetti dissidenti (per usare un eufemismo) non arrivi ad una mozione di sfiducia solo per evitare di essere additati come responsabili del fallimento della giunta di centro sinistra, fallimento che risulta evidente a tutti meno a chi colpevolmente non vuole vedere. La città quindi rimane ostaggio di una politica incapace di ammettere la propria sconfitta e impegnata solo a limitare i danni di immagine che si è arrecata da sola, invece che compiere l’unico gesto di responsabilità che, forse, ne salverebbe almeno la dignità, a nostro parere irrimediabilmente perduta. Da tempo denunciamo il fallimento di questa maggioranza che sin dai primi consigli comunali ha dimostrato di non avere coesione palesando la propria divisione su tanti, troppi argomenti importanti per la città. Per questo motivo abbiamo presentato la nostra mozione di sfiducia al sindaco e per questo oggi chiediamo sia al primo cittadino, ma anche ad ogni singolo consigliere comunale, di prendere coscienza del fatto che ai viterbesi non interessano minimamente le lotte interne ai partiti! Ai viterbesi non interessano le evidenti mire del “nuovo minestrone” riscaldato che, cercando di rifarsi una verginità cambiando nome, ha come obiettivo la poltrona e quindi il ripresentarsi alle prossime elezioni.

 

A casa! Per l’amore che dite di avere per Viterbo, fate l’unico gesto che ormai vi è rimasto per salvare almeno la faccia! A casa! Permettete ai cittadini di scegliere nuovamente chi vogliono alla guida della città!

 

Auspichiamo che ciò avvenga al più presto senza rimandi e tentennamenti che poco hanno a che fare con l’interesse cittadino. Come movimento 5 Stelle continuiamo a lavorare per costruire una proposta seria e concreta per la città, con l’aiuto degli attivisti dei simpatizzanti e soprattutto dei cittadini che hanno a cuore Viterbo. Lo abbiamo fatto fino ad ora e continueremo a farlo quotidianamente, con umiltà e determinatezza, insieme a coloro che vogliono davvero scegliere il cambiamento.

 

Siamo soprattutto consapevoli che se i viterbesi vorranno metterci alla prova dovremo pazientemente raccogliere i cocci lasciati da chi ci ha preceduto, ma altrettanto consapevoli che il Movimento 5 Stelle è nato proprio per questo. INSIEME possiamo!”

 

MoVimento 5 stelle Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.