Angelelli sul riaccertamento dei residui: “Pulizia profonda del bilancio”

0

CIVITA CASTELLANA – Il consiglio comunale di Civita Castellana durante l’ultima assemblea ha approvato il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi dell’ente, in pratica una pulizia approfondita del bilancio comunale. L’operazione è stata imposta dal governo a tutti i comuni ed è il fulcro della riforma dell’armonizzazione contabile iniziata nel 2015 e che entrerà a regime dal primo gennaio 2016, momento in cui gli enti pubblici dovranno iniziare a lavorare per cassa anziché per competenza, e potranno spendere soltanto quelle risorse che saranno certi di incassare.

 

A Civita Castellana il risultato del riaccertamento è stato lo stralcio di 3 milioni e 300 mila euro di residui attivi, cioè crediti che il comune doveva incassare ma che non hanno armai ragione di sussistere, e di 1 milione e 600 mila euro di residui passivi, cioè di debiti verso altri che il comune non dovrà più pagare.

 

“Ora che il governo ci ha dato questa opportunità noi abbiamo voluto coglierla fino in fondo- ha spiegato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli (foto) – facendo una pulizia reale e completa del bilancio. Già negli ultimi sei anni avevamo cancellato circa due milioni e seicento mila euro di residui inesigibili accumulati dalle amministrazioni precedenti. Adesso facciamo un’ulteriore pulizia straordinaria di residui del bilancio”.

 

Il governo, all’interno della riforma dei sistemi contabili, ha imposto a tutti i comuni di riaccertare i crediti e i debiti nei confronti dei cittadini, dei fornitori e degli altri enti pubblici secondo i nuovi sistemi contabili e nello stesso tempo accantonare delle somme a garanzia delle somme ancora iscritte a bilancio.

 

“Quella che stiamo vivendo è una rivoluzione nella gestione delle risorse degli enti pubblici. Dal 2016 infatti ogni Comune dovrà programmare i suoi investimenti per cassa e non per competenza, cioè potranno essere spese quelle risorse che saremo certi di incassare in tempi brevi: è un incentivo per tutte le amministrazioni a concentrare l’attenzione soprattutto sul lato delle entrate cercando di incassare quanti più crediti possibile – ha dichiarato l’assessore al Bilancio di Civita Castellana, Sergio Annesi – Da parte nostra ci stiamo organizzando ad affrontare questa sfida attraverso una serie di operazioni che abbiamo messo in atto come il potenziamento dell’ufficio tributi e la gara per l’affidamento della riscossione coattiva dei tributi che andranno a migliorare la nostra capacità di riscossione e quella per l’individuazione del nuovo gestore per il servizio di tesoreria comunale che dovrebbe portare benefici per le condizioni più favorevoli dei tassi di interesse applicati alle anticipazioni concesse ”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.