Approvata la legge regionale contro l’usura

0

REGIONE – “Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all’unanimità la Legge a sostegno delle vittime dell’usura e del sovraindebitamento”. A dichiararlo è Riccardo Valentini (foto), capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

 

“La legge approvata oggi – prosegue Riccardo Valentini – dimostra grande vicinanza da parte di questa Regione nei confronti dei suoi cittadini, soprattutto in un momento di grave crisi economica. Un provvedimento molto atteso che restituisce dignità sociale alle persone cadute nella trappola dell’usura, ma rivolto anche a chi si trova in una condizione drammatica come l’indebitamento”.

 

“Sono molto soddisfatto dell’approvazione di questo provvedimento – sottolinea Baldassare Favara, consigliere del Pd e presidente della commissione Sicurezza e Lotta alla criminalità – che interviene in maniera concreta a sostegno delle famiglie e delle imprese vittime di usura. Chi è vittima di questo odioso delitto non è più solo: c’è una Regione pronta a sostenere gli sforzi di chi non si abbatte e vuole tornare a vivere senza paure. Il Lazio è una Regione che non lascia soli i propri cittadini, ma li accompagna lungo il difficile percorso della ripresa materiale e morale. Dopo un percorso lungo ma costruttivo nella Commissione da me presieduta – continua Favara – ho presentato una proposta che ha avuto un ampio consenso e l’ulteriore esame dell’Aula di oggi l’ha resa ancora più efficace e funzionale alle necessità di quanti, cittadini di questa Regione, sono vittime dell’usura e dell’estorsione. Ritengo che la proposta sia armonica nella sua articolazione normativa, coerente per le sue previsioni di sostegno ed efficace per le attività di controllo. Questa proposta di legge – conclude Baldassarre Favara – mira in particolare al reinserimento degli usurati nell’economia legale, a conferire indennizzi a famiglie ed imprese, al sostegno delle potenziali vittime. Inoltre, individua quali soggetti beneficiari le persone fisiche, le famiglie e le piccole e medie imprese, e come enti destinatari i Confidi, le fondazioni, le associazioni riconosciute e gli enti di solidarietà. Istituisce, poi, strutture destinate alla verifica e coordinamento di tutte le attività ed in particolare il Comitato regionale antiusura e il Tavolo regionale sul sovra indebitamento e sull’usura”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.