“Approvato riordino sistema raccolta sangue per milgiorare servizi ai cittadini”

0

REGIONE – “Firmato dal Presidente Nicola Zingaretti il decreto per il riordino e il potenziamento della rete per la raccolta di sangue ed emoderivati. Con quest’atto la Regione Lazio ha autorizzato e accreditato 27 SIMT (Servizi di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale) dislocati negli ospedali di Roma e delle province che si occuperanno della raccolta, conservazione e distribuzione di emocomponenti”. A dichiararlo è Riccardo Valentini (foto), capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

 

“Queste strutture – prosegue Valentini – costituiscono i pilastri di un sistema rinnovato. Il tutto assieme ai presidi di Medicina trasfusionale, ai 360 punti di raccolta sangue temporanei, alle dieci associazioni accreditate per la raccolta sangue (tra cui AVIS e Croce Rossa), ai cinque punti di raccolta sangue e alle dieci autoemoteche. Una rete molto capillare e focalizzata soprattutto a superare le criticità registrate fino ad oggi e che hanno reso il Lazio una delle regioni più esposte al problema della carenza di sangue. Solo quest’anno sono state trentamila le sacche di sangue mancanti rispetto al fabbisogno regionale. Sacche che è stato necessario acquistare da altre regioni con una spesa di circa sei milioni di euro. L’obiettivo della ‘rivoluzione copernicana del sistema sangue’ – sottolinea Valentini – è quello di mettere a regime una rete capace di implementare e coinvolgere tutte le differenti realtà che si occupano della raccolta sangue per arrivare all’autosufficienza. Un traguardo possibile – conclude Riccardo Valentini – che sarà facilitato anche dall’individuazione della nuova responsabile del Centro regionale sangue, la struttura che si occuperà di verificare i passaggi, le competenze e gli obiettivi per superare l’ormai cronicizzata mancanza di sangue nelle nostre strutture ospedaliere”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.