Asili nido, Valentini (Pd): “147 nuovi posti in 5 Comuni della Tuscia”

0

REGIONE – “‘Nidi al Via’, è questa la nuova iniziativa della Regione Lazio. Oltre 3 milioni e mezzo di euro e 1.263 nuovi posti nido in tutto il territorio regionale per aumentare l’offerta di servizi per l’infanzia attraverso il sostegno all’avvio del servizio di asilo nido presso le strutture realizzate sul territorio dei Comuni che rientrano nel piano di sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia”.

 

A renderlo noto è Riccardo Valentini, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio. “I Comuni interessati – prosegue Valentini – sono in tutto 24. Cinque i comuni della provincia di Viterbo coinvolti per 147 posti complessivi. Comuni che hanno partecipato al piano di sviluppo dei servizi per la prima infanzia. Si tratta di Canino (31 nuovi posti nido), Capranica (42), Sutri (30), Tuscania (30), Vignanello (14)”.

 

I Comuni sopra elencati hanno tempo per aderire all’iniziativa “Nidi al Via” fino 31 marzo 2016, mentre il termine di apertura del servizio di asilo nido, valido ai fini dell’adesione all’iniziativa, è stato fissato al 1° ottobre 2016. Il contributo calcolato per ogni posto/bambino, a valere sul primo anno educativo, è di 2.500 euro, elevabile a 3.000 euro per quei Comuni che presenteranno progetti di gestione che coinvolgano formalmente i Comuni limitrofi attraverso convenzioni, intese, ecc..

 

“Diffondere i servizi socio–educativi per la prima infanzia – sottolinea il capogruppo del Partito Democratico – è una necessità di fondamentale importanza, un obiettivo strategico per la Regione Lazio. Basti pensare che, secondo un report ISTAT, il 55,5% delle donne italiane che si prende cura dei figli piccoli come occupazione principale dice di farlo soprattutto a causa del costo proibitivo dei nidi oltre che della difficoltà di conciliazione dei propri tempi di vita famigliare e di lavoro. Investire sull’infanzia significa infatti consentire ad entrambi i genitori di cogliere le migliori opportunità lavorative, garantendogli al tempo stesso – conclude Riccardo Valentini – un servizio efficace a favore della crescita e del benessere dei figli e di una loro migliore futura inclusione sociale”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.