Bilancio, Natalini: “No ad incremento costi per la cremazione”

0

VITERBO – “Apprendo ora dagli organi di stampa che nella proposta di Bilancio 2015 che sarà sottoposta alle commissioni ed al consiglio comunale nei prossimi giorni, si propone di inserire un diritto per il trasporto delle salme che devono essere cremate all’interno del cimitero, in misura variabile che si tratti di cittadini residenti nel comune di Viterbo o no (50 euro nel primo caso 100 euro nel secondo).

 

Capisco le difficoltà in cui si dibattono i Comuni italiani per far quadrare il bilancio, e quello di Viterbo in particolare ma qui, mi sembra siamo al ridicolo e non solo. Ridicolo, perché , onestamente, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata la scena del film “Non ci resta che piangere” con Troisi e Benigni ,quando il gabelliere chiedeva”Chi siete? Che volete? Dove andate? Un fiorino”.. la risposta di Troisi ce la ricordiamo tutti…

 

E’ previsto un gabelliere anche all’ingresso di San Lazzaro?

 

Ma , andando sul serio, vorrei porre una domanda: ma lo stesso diritto è previsto anche per chi non voglia farsi cremare? Non è che voglio suggerire un ulteriore balzello, ma certo che, se il diritto fosse previsto solo per chi vuol farsi cremare questa scelta si configurerebbe come una grave discriminazione tra cittadini ed una penalizzazione di chi ha effettuato una scelta consapevole in vita.
Tutte le scelte sono degne di rispetto ma certo non può sfuggire che chi si fa cremare lo fa anche per non contribuire al consumo del territorio, visto che in un loculo possono andare più urne, tanto per fare un esempio;chi poi, vuole farsi disperdere non occuperà neanche lo spazio di un’urna!

 

Per questo in tutta Italia la scelta della cremazione è in costante aumento e, se non sostenuta positivamente, perlomeno non andrebbe penalizzata!

 

Se, invece il Consiglio comunale approvasse quanto sembra proposto chi vuol farsi cremare pagherebbe da 50 a 100 euro in più rispetto agli altri cittadini, da 100 a 200 euro in più se , dopo la cremazione volesse che le sue ceneri fossero disperse all’interno dell’area predisposta nel Cimitero (Ce la faremo ad inaugurarla dopo Santa Rosa, nella migliore tradizione viterbese?).

 

Cos’è ?un aumento surrettizio delle tariffe di cremazione già in vigore? Mah…

 

Da ultimo una riflessione personale, perché…vissuta di persona quando ero consigliere comunale di opposizione: una analoga proposta fu fatta dall’allora Assessore Arena (Giunta Gabbianelli se non ricordo male) e riuscii , con la mia azione in Consiglio comunale a farla sospendere perché già allora non la ritenevo giusta.

 

Mutatis mutandis sarebbe proprio …bizzarro che ora passasse con una Giunta di diversa collocazione politica e , magari con l’opposizione delle stesse forze che anni fa la proposero! Misteri della politica! In conclusione, ribadisco la consapevolezza delle difficoltà degli enti Locali, ma non ammetto proprio la discriminazione; credo, peraltro, che non la ammmetta neanche la legge”.

 

Linda Natalini
Presidente Associazione Viterbese per la cremazione

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.