Comune di Vitorchiano, approvato il consuntivo

0

VITORCHIANO – Si inoltra una nota dell’Amministrazione Comunale di Vitorchiano: “Approvato lo scorso 13 giugno il conto consuntivo al Comune di Vitorchiano. Un bilancio certamente condizionato dai tagli dei trasferimenti centrali e anche dalle zavorre consegnateci dalla amministrazione Ciancolini (a partire dai 700mila euro di debiti fuori bilancio, che ci costano circa 40mila euro annui per vent’anni), ma sano e trasparente.

 

Un bilancio, insomma, che dimostra la volontà di mantenere attivi tutti i servizi a domanda e tutti i servizi di carattere sociale e assistenziale. Il consuntivo dimostra, inoltre, come siano state ben affrontate le contingenze e le emergenze, dai rifiuti all’arsenico, dalla scuola alla sicurezza, passando per l’illuminazione urbana (prima carente) fino al sostegno all’associazionismo. Questo atto, in sostanza, ci permette di guardare al futuro e a programmare le opere che i cittadini meritano.

 

Vitorchiano infatti merita serenità e non le finte e ridicole promesse di un impossibile rinnovamento che persone appartenenti a un passato obsoleto sentono loro. Per questo la maggioranza è disponibile al dialogo e anzi lo auspica, ma vanno rispettati alcuni presupposti e tra questi vi deve essere la consapevolezza degli errori commessi nel passato (soprattutto da parte dei veri autori) e l’individuazione delle vere responsabilità, senza trascurarne e sottovalutarne la portata e le pesanti conseguenze che ancora stiamo patendo. Un esempio è stato dato, proprio in apertura di seduta, dai rappresentanti del comitato ‘No Cava Campitella’, che hanno chiesto spiegazioni e nuovi aggiornamenti sulla pratica relativa al nuovo sito estrattivo individuato dalla Regione Lazio (un iter partito nel lontano 2008): delucidazioni che sono prontamente arrivate, a dimostrazione che l’amministrazione Olivieri non è inerte né immobi le. Da segnalare le forti critiche rivolte all’ex sindaco Ciancolini, che addirittura afferma di non essere a conoscenza della vicenda, come se non avesse mai fatto il sindaco. Insomma, se dialogo ci deve essere dialogo ci sarà, ma alcuni personaggi che appartengono ad un passato pieno di chiaroscuri dovranno necessariamente capire di doversi fare da parte”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.