Contributi a soggetti del terzo settore per interventi a sostegno dei nuclei familiari più fragili

0

VITERBO – Concessione ed erogazione di contributi a soggetti del terzo settore per la realizzazione di interventi finalizzati al sostegno dei nuclei familiari più fragili, grazie all’avviso pubblico dell’Ipab “Asilo Savoia” di Roma. A richiamare l’attenzione delle realtà potenzialmente interessate a tale avviso è l’assessore alle politiche sociali Alessandra Troncarelli (foto), che spiega: “L’Area Sostegno alla Famiglia e ai Minori della Direzione regionale Politiche sociali della Regione Lazio, attraverso progetti innovativi e di miglioramento dei servizi, intende contrastare l’esclusione sociale, in particolare delle famiglie con minori, divenute più fragili e vulnerabili a causa della congiuntura economica. Il finanziamento prevede un contributo massimo di 30 mila euro per ciascun progetto che dovrà riguardare alcune specifiche aree di intervento. Ovvero, servizi di accoglienza residenziali e semiresidenziali (minori e nuclei mamma con bambini), servizi di sostegno all’inclusione sociale e all’inserimento per nuclei vulnerabili, progetti di sostegno alla genitorialità.

 

Ancora più nel dettaglio – spiega l’assessore Troncarelli – l’avviso riguarda progetti di miglioramento della qualità o di implementazione dei servizi per case famiglia, centri per semi autonomia, comunità di accoglienza per minori e/o nuclei familiari vulnerabili; progetti innovativi di assistenza diretta alle famiglie vulnerabili, come ad esempio giovani ragazze madri, famiglie con minori rese vulnerabili a causa di regime carcerario, stato di salute psicofisico, o altre condizioni che ne compromettano la capacità genitoriale; progetti innovativi di sostegno alla genitorialità, volti a valorizzare la famiglia come risorsa, come ad esempio la promozione dell’associazionismo familiare, dell’affidamento familiare, della prossimità, della solidarietà diffusa e il lavoro di rete. Il principale intento di questo avviso – conclude l’assessore alle politiche sociali di Palazzo dei Priori – è quello di mappare la progettualità esistente per la famiglia vulnerabile sul territorio, valorizzarne la qualità individuando i casi di eccellenza e valutarne l’eventuale replicabilità in altri contesti”.

 

Possono presentare domanda le associazioni di volontariato (legge regionale 28 giugno 1993 n. 29), le associazioni di promozione sociale (legge regionale settembre 1999 n. 22), le cooperative sociali (legge regionale 27 giugno 1996 n. 24), le imprese sociali (decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155). Sono ammissibili strutture e azioni ricadenti all’interno del territorio della regione Lazio.

 

Tutti gli interessati potranno prendere visione dell’avviso e dei relativi allegati sul sito www.asilosavoia.it o sul sito regionale www.socialelazio.it . Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi il lunedì, il mercoledì e il venerdì, dalle 9 alle 12, al numero 06 70493824, oppure inviare una mail agli indirizzi info@asilosavoia.it o sostegnonucleifamiliari@pec.it . Le candidature dovranno pervenire, entro le ore 12 del giorno 27 luglio 2015, per posta o a mano, al seguente indirizzo: Opera Pia Asilo Savoia, via Monza, 2 – 00182 Roma, oppure per posta elettronica certificata all’indirizzo sostegnonucleifamiliari@pec.it .

 

L’Asilo Savoia è il soggetto individuato dall’assessorato alle politiche sociali della Regione Lazio per attuare sottomisure riguardanti il cosiddetto Pacchetto Famiglia 2014: misure a sostegno della famiglie del Lazio.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.