Crisi e amianto: il Prc Civita Castellana tiene alta la guardia

0

CIVITA CASTELLANA – “Il circolo E.Minio del Partito della rifondazione comunista di Civita Castellana chiede a tutte le istituzioni preposte ed in particolar modo al primo cittadino, in quanto garante della salute pubblica , che informino la cittadinanza sull’evoluzione della situazione riguardante la presenza di polveri d’amianto in alcune industrie del distretto ed al loro smaltimento; chiediamo che vengano resi pubblici i dati sui rilevamenti nelle diverse fabbriche in cui sono stati effettuati i controlli e che si riapra ” il tavolo” tra le diverse rappresentanze per garantire sicurezza, in primis agli operai e poi ai cittadini tutti.

 

Questo perché sul tema sembra essere calato il sipario e non vorremmo finisca nel dimenticatoio un problema che riguarda gran parte delle famiglie civitoniche. Chiediamo inoltre al sindaco, alle forze politiche interessate ed alle parti sociali che si riprenda da subito il dibattito sullo stato di salute del distretto industriale dato che ,come l’amianto ,anche questa sembra essere una tematica ormai totalmente assente dalla scena politica di Civita Castellana. Riteniamo che per un paese che di ceramica vive (e muore) questo sia un lusso che non ci si può permettere”.

 

Circolo E.Minio
Partito della rifondazione comunista – Civita Castellana

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.