“Da Panunzi grave atteggiamento nei confronti dei sindacati”

0

VITERBO – “Un atteggiamento grave nei confronti delle organizzazioni sindacali escluse da un incontro dove invece avrebbero dovuto essere parte in causa. Ancora una volta si parla di lavoro tagliando fuori i sindacati dei lavoratori”.

 

A dichiararlo sono Miranda Perinelli, Segretario Generale CGIL Roma Nord, Civitavecchia e Viterbo, Rosita Pelecca, Responsabile CISL Viterbo, e Giancarlo Turchetti, Segretario Generale della UIL Viterbo, in merito all’incontro convocato dal consigliere regionale Enrico Panunzi per il 5 ottobre alle ore 10 presso la Sala Benedetti della Provincia di Viterbo per spiegare i meccanismi dell’avviso pubblico “Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocazione”, rivolto ai disoccupati di lunga durata (da almeno 12 mesi). Un incontro al quale parteciperà anche l’Assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente.

 

“Nessuna convocazione e nessun invito – proseguono i rappresentanti sindacali – Un atteggiamento che ci stupisce e colpisce al tempo stesso. E siamo colpiti non solo dal consigliere Panunzi, ma anche da una Regione che giustamente investe sul lavoro, ma ingiustamente esclude i Sindacati da una tematica così importante come quella della ricollocazione dei disoccupati. Il tutto – sottolineano Perinelli, Pelecca e Turchetti – su un territorio caratterizzato da elevatissimi livelli di disoccupazione, soprattutto giovanile, licenziamenti all’ordine del giorno, cassa integrazione. Un territorio dove la crisi ha colpito duramente tutti, dalle aziende ai lavoratori, e dove poli industriali – un tempo fiore all’occhiello per l’intera regione – sono scomparsi o sono stati fortemente ridimensionati nel giro di pochissimo tempo.

 

Non solo, ma escludere i sindacati significa anche non voler far leva su strutture che potrebbero sicuramente tornare d’aiuto per diffondere i contenuti e le modalità dell’Avviso in maniera capillare. Appare infine anomalo – concludono i Sindacati – convocare un incontro il 5 quando l’Avviso scade il 9 ottobre. Come si fa a mettere a conoscenza i disoccupati della nostra provincia dei contenuti del bando in così poco tempo? C’è vero interesse nei confronti del dramma giornaliero che vivono i disoccupati oppure è la solita passerella politica di turno?”

 

Cgil – Cisl – Uil

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.