Fare verde al fianco della Polizia provinciale

0

VITERBO – Ieri pomeriggio, mercoledì 1 luglio 2015, il vice presidente nazionale di Fare Verde Silvano Olmi si è recato all’ingresso del rettorato dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, dove era in corso un sit-in di protesta del personale del Corpo della Polizia Provinciale, in occasione della visita del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. L’esponente di Fare Verde ha portato la solidarietà dell’associazione ed ha ascoltato le legittime richieste dei lavoratori, che vivono una situazione di grande disagio.

 

Infatti, il decreto legge n. 78, all’articolo 5, prevede di fatto la cancellazione della Polizia Provinciale e il transito del personale nei ruoli degli Enti Locali per lo svolgimento delle funzioni di polizia municipale, fatto salvo quanto previsto dalle Regioni in sede di riordino delle funzioni. I manifestanti hanno chiesto l’istituzione di una Polizia Ambientale Regionale, che assorba il personale della Polizia Provinciale, o in alternativa di essere inseriti negli organici della Regione Lazio, come avvenuto per altri dipendenti dell’amministrazione provinciale.

 

“C’è il rischio – denuncia Fare Verde – che le donne e gli uomini della Polizia Provinciale, finiti in mobilità, non riescano a trovare collocazione presso gli Enti Locali impossibilitati ad assorbirli nei propri organici a causa delle limitazioni poste dal patto di stabilità. Chiediamo al Presidente Regionale Zingaretti di tenere in debito conto le legittime richieste di questi lavoratori che hanno competenze, conoscenze e professionalità nella difesa dell’ambiente e della salute pubblica, nel contrasto del bracconaggio e nella vigilanza in vari settori. Invitiamo, ancora una volta, il Governo Renzi a bloccare lo scellerato scioglimento del Corpo Forestale dello Stato e anzi a rafforzarlo con l’assorbimento del personale della Polizia Provinciale.”

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.