“Fermiamo Viterbo criminale”

0

VITERBO – “Tu sei la maggioranza, riprendiamoci Viterbo. Fermiamo Viterbo criminale”. Oltre le dichiarazioni, in piazza al fianco dei cittadini pare lontano il ricordo di quella Viterbo esterna ai fatti di cronaca, in cui, al di là di qualche episodio sporadico, per sentir parlare di problemi inerenti alla sicurezza cittadina o di fenomeni di violenza incontrollata occorreva sintonizzarsi sul telegiornale nazionale. Uno dei luoghi più tranquilli d’Italia.

 

Purtroppo, è inutile nascondersi. L’ondata di follia violenta che sta colpendo Viterbo è da condannare duramente e, per farlo, serve una precisa strategia unitaria, una dura posizione interforze che non vada ad intervenire esclusivamente in forma repressiva, e quindi a fatti avvenuti, ma che punti al mantenimento, alla prevenzione continuativa. Pare inutile citare l’escalation di episodi. Dalle risse alle bottigliate in pieno volto, dagli accoltellamenti in pieno centro alle aggressioni, tra cui quella ai danni del Consigliere Comunale Gianluca Grancini, eventi che hanno in comune una caratteristica: la gratuità del gesto, in un contesto che va ben oltre l’episodio isolato. Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, nel dimostrarsi vicina ai cittadini, chiede al Sindaco, al Prefetto ed al Questore di Viterbo di mobilitarsi efficacemente. Proprio per questo, sabato 12 Settembre, a Viterbo dalle 15 alle 20 in C.so Italia – angolo chiesa del Suffragio – i nostri militanti lanceranno una campagna di sensibilizzazione sul tema, andando oltre la dichiarazione stampa, nella piena vicinanza ai cittadini di Viterbo, ovviamente destabilizzati da quanto accaduto, al motto di “Tu sei la maggioranza, riprendiamoci Viterbo”. Fermiamo #Viterbocriminale. Occorre dare un forte segnale, deciso, istituzionale, inequivocabile, anche a livello amministrativo.

&nbs;

Emanuele Ricucci (foto)
Responsabile comunicazione FdI-AN Viterbo e provincia

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.