Il 30 giugno Consiglio comunale straordinario sui rifiuti

0

La maggioranza apre a una commissione sull’appalto per la pubblica illuminazione

 

VITERBO – “La maggioranza ha concordato la convocazione di un consiglio comunale straordinario sui rifiuti, che si terrà il giorno 30 giugno alle ore 9. La vicenda rifiuti è talmente sentita dall’amministrazione che non solo si è resa disponibile alla convocazione del consiglio straordinario, ma, per onore di verità, ha già programmato tre incontri con la cittadinanza, che si terranno nei quartieri della città: ovvero, questo pomeriggio alle 18,30 presso la palestra della parrocchia Santa Barbara, mercoledì 24 giugno alle 19,30 alla parrocchia della Mazzetta e venerdì 26 giugno, alle 18,30, presso la palestra della parrocchia Sacra Famiglia.

 

Fondamentale per l’amministrazione Michelini è un confronto aperto e franco per fornire risposte ai cittadini che meritano chiarezza e trasparenza sulla vicenda. Vicenda in cui, si ricorda, il Comune è parte lesa.

 

Sull’istituzione delle commissioni amministrative d’inchiesta richieste dalla minoranza, la maggioranza ha ritenuto opportuno costituire, al momento, soltanto una commissione inerente l’appalto in concessione sulla pubblica illuminazione.

 

La volontà di non istituire una commissione sui rifiuti e sull’appalto delle mense è dovuta al fatto che sono attualmente in corso indagini, tra l’altro coperte da segreto istruttorio, e soprattutto nel rispetto del lavoro della magistratura e a tutela delle persone coinvolte.

 

A chiarimento delle sedute delle commissioni consiliari di questa mattina, relative alla nomina dei presidenti e dei vice presidenti, si tiene a precisare che la maggioranza non vi ha preso parte in quanto il consiglio comunale non ha ancora ratificato i recenti cambiamenti riguardanti la surroga del nuovo consigliere che sostituirà l’assessore Alessandra Troncarelli, non inserito al momento in alcuna commissione. Le dimissioni del consigliere Troncarelli infatti e la presa d’atto delle dimissioni da presidente della commissione terza del consigliere Goffredo Taborri, non sono state ancora ratificate.

 

Va sottolineato, inoltre, che il segretario generale ha informato personalmente i vice presidenti delle terza e quarta commissione, Santucci e Buzzi, circa l’inopportunità di riunire le stesse viste le ragioni sopra spiegate. Ricordiamo inoltre che, in caso di sedute senza presidente, il ruolo del vice presidente dovrebbe essere di tutela e garanzia.

 

Una volta quindi informati sull’inopportunità della convocazione delle commissioni consiliari per mancanza di requisiti tecnici, il buon senso avrebbe voluto che si fosse predisposto l’annullamento delle stesse. Ciò non è stato e questa mattina entrambe le commissioni sono andate deserte per capriccio della minoranza”.

 

I capigruppo di maggioranza

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.