“Il Comitato Insieme per Vitorchiano è una costola dell’amministrazione uscente?”

0

VITORCHIANO – “Apprendiamo dai media con grande piacere che a Vitorchiano è nato un Comitato. È sicuramente una buona notizia per tutti i Vitorchianesi che denota un grande fermento di idee e voglia di partecipazione alle attività amministrative e politiche comunali.

 

Siamo forse di fronte al passaggio da un sistema autoreferenziale, che ha caratterizzato in particolar modo l’attuale amministrazione, ad un sistema partecipato. Stiamo forse per abbandonare un modo di fare politica come espressione di singoli personaggi o di gruppi di potere e che in quanto tale ha prodotto soluzioni lontane dal pensiero comune di una popolazione sana, operosa e matura politicamente?

 

Per quello che ci riguarda, non abbiamo dubbi e siamo assolutamente convinti che la partecipazione popolare e il rispetto per le idee degli altri rappresentano una ricchezza da valorizzare. Una convinzione questa alla base del manifesto del Comitato Rinnovamento ribadita attraverso le dichiarazioni ufficiali tra le quali ricordiamo il recente incontro conviviale al quale hanno partecipato liberi cittadini. Un incontro ricco di idee e proposte di buon governo rappresentate da tutti i partecipanti.

 

Tuttavia, pur felicitandoci con i promotori del Comitato “Insieme per Vitorchiano” che hanno dichiarato di voler precorrere la nostra stessa strada, restiamo perplessi di fronte ad alcune anomalie nei loro proclami e non possiamo fare altro che porci delle domande. In particolare ci chiediamo se questo “nuovo” comitato sia un comitato di liberi cittadini oppure una costola dell’amministrazione comunale uscente.

 

Ci sembra alquanto singolare che un comitato nato a sostegno dell’amministrazione uscente si ponga come garante della partecipazione pubblica e della voce dei cittadini presso l’amministrazione che sostiene politicamente. È ancor più strano se consideriamo che la stessa amministrazione ben conosce il sentimento espresso della popolazione attraverso i reclami e le contestazioni raccolte dagli uffici preposti; conosce i disagi delle fasce deboli, conosce i bisogni degli anziani e dei giovani; conosce le preoccupazioni della popolazione sulla sicurezza dai furti, la difficoltà di pagare le tasse comunali che aumentano in modo inversamente proporzionale rispetto alla qualità dei servizi offerti. Conosce capillarmente il sentimento di disagio vissuto dalla cittadinanza di fronte alla litigiosità, talvolta indecorosa, di chi deve rappresentarli e amministrare il bene pubblico, magari dimostrando di possedere la “semplice” qualità che contraddistingue ogni buon padre di famiglia.

 

Se questo “nuovo” Comitato è, come appare, una emanazione del Consiglio Comunale, in che modo il Sindaco pensa di garantire parità di accesso alle informazioni utili agli scopi statutari e pari opportunità di partecipazione alla vita politica comunale ai diversi comitati di cittadini?

 

Alla luce dei fatti appare evidente che il Comitato “insieme per Vitorchiano” gode di un rapporto quantomeno privilegiato con l’amministrazione Comunale. Rapporto che gli garantisce l’accesso alle informazioni di cui dovrà alimentarsi, informazioni che a noi sono da sempre negate.

 

In che modo il sindaco pensa di garantire pari opportunità e attenzione nell’accoglimento delle proposte della popolazione quando fino ad ora le nostre non hanno trovato alcuna forma di risposta?

 

Quindi, per tutte le ragioni sopra espresse, siamo portati a pensare (fino a prova contraria) che la nascita di questo “nuovo” Comitato, piuttosto che dare voce alla popolazione, risponda piuttosto alle esigenze di un’amministrazione Comunale chiusa su se stessa che cerca di occupare ogni spazio di sano, democratico e civile confronto a danno della libertà di partecipazione di tutti i cittadini. Ci auguriamo in futuro di essere smentiti con i fatti”.

 

Paolo Salotti (foto)
Presidente Comitato Rinnovamento di Vitorchiano

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.