“Il consigliere Fabbri spieghi il suo vuoto amministrativo”

0

VITORCHIANO – “Il consigliere di minoranza Fabbri, colpito e “affondato” dai rilievi che gli abbiamo fatto, prova malamente a rispondere tramite con un secondo comunicato stampa (eccezionale se si pensa che in quattro anni ne ha scritti solo altri due), che chiunque capirebbe come gli sia stato dettato da qualcun altro, forse proprio quel “padrone” politico che lui oggi fa finta di rinnegare ma con cui ha condiviso diffide inutili e denuncie dannose per tutta Vitorchiano.

 

Noi eviteremmo ogni tipo di tensione e saremmo pronti al dialogo, ma sentire il consigliere di minoranza definire “cabarettistico” il nostro comune, di cui si dimentica di far parte, non è accettabile.

 

Tutti ricordiamo, ad esempio, come tre anni fa stava per far saltare la processione di San Michele (per perdite da immobili a lui noti, e con un inutile esposto ai Vigili del Fuoco) e di come ha trattato Vitorchiano durante i servizi di Striscia la Notizia con l’incoerenza di non citare il vero responsabile dei fatti narrati dalla trasmissione (infatti nel 2011, sia l’acqua non potabile che i depuratori non funzionanti erano un lascito dell’amministrazione Ciancioni). Ci si ricorda, inoltre, di come abbia ripetutamente firmato insieme ai colleghi di minoranza richieste inerenti la sfera privata di cittadini (contagiato purtroppo dall’anomala e ingiustificata curiosità del collega che ora rinnega) senza invece richiedere chiarezza sulle richieste arrivate per presunti abusi realizzati da Ciancolini (usando quindi, forse per paura, due pesi e due misure, e soprattutto dimostrando incoerenza). I suoi inutili e inconcludenti esposti, e tutto quello che possono aver generato, hanno avuto un costo per l’intera collettività, un costo che la minoranza non si è mai curata dal valutare.

 

Ci ricordiamo bene, seppur con rammarico, quando al Consiglio di istituto scolastico (dove è consigliere, seppur spesso assente) ha votato contro (insieme ad una insegnante) l’uso del campo da gioco da parte della scuola, danneggiando se stesso e tutte le famiglie dei circa 600 studenti. Per fortuna, in quell’occasione, il resto dei rappresentanti scolastici (genitori e corpo docente), sulla base delle certificazioni degli organi competenti e delle ulteriori rassicurazioni, scelse ragionevolmente di usare il campo da gioco (per la gioia di bambini, famiglie e insegnanti stessi), ma resta il fatto che Fabbri, anche in quell’occasione mal consigliato, andò contro gli interessi di Vitorchiano. Ma proprio nel consiglio scolastico, dove non ha la scusa di essere in minoranza, cosa ha fatto Fabbri per Vitorchiano? Oltre a dire no all’educazione motoria per i bambini, non ha fatto nient’altro, un disastro assoluto. Noi reputiamo che uno dei s ei 6 personaggi in cerca d’autore, opera di Pirandello che Fabbri cita, sia proprio il consigliere di minoranza; lo stesso che dopo aver sostenuto l’allargamento di strada Sodarella (con possibili espropri e demolizioni a danno di privati) oggi fa lo stesso con strada Ponte Vecchio. E a sostegno della sua tesi parla dell’incidente occorso qualche giorno fa ad una ragazza (a cui per fortuna non è accaduto nulla di grave) dimenticando di ricordare altre possibili cause. Una strada secondaria, quella di Ponte Vecchio, che ricordiamo si trova in quello stato dalle origini medioevali di Vitorchiano (e non da ieri) e che ora, vista la vicinanza a casa sua, diviene ovviamente per il consigliere la prima delle priorità. Prima di parlare a sproposito di allargare la strada reputiamo opportuno valutare la più semplice, e sicuramente meno dispendiosa, soluzione: istituire un senso unico di concerto con i residenti.

 

Fabbri parla inoltre a sproposito di illuminazione pubblica. Anche in questa occasione dimostra di essere stato mal consigliato (ma è inevitabile fare certe gaffe viste le numerosissime assenze in consiglio, e la scarsissima presenza in Comune dove alcuni si chiedono addirittura se si sia trasferito altrove) e non si ricorda, con malafede, del rifacimento dell’intera illuminazione del centro storico e del rifacimento e integrazione, con oltre 50 supporti complessivamente, della rete di illuminazione pubblica nelle zone di Paparano, Pallone e Sodarella (a tal scopo gli ricordiamo che il tratto abitato di strada Sodarella è stato illuminato con la nuova installazione di 6 nuovi supporti), e tutto questo nei difficili vincoli di bilancio. Quindi suggeriamo nuovamente al permaloso consigliere di minoranza che oramai è tardi per dissociarsi dal solito consigliere disfattista con cui ha congiuntamente firmato e avallato per anni inutili e dannose battagl ie contro gli interessi di Vitorchiano e dei suoi cittadini. Inoltre quando prova a farlo deve avere il coraggio di dare la colpa ai giusti amministratori del passato per il pessimo lavoro svolto magari oltre dieci anni fa (quando il sindaco appunto era un altro), ad esempio parlando di opere di urbanizzazione su via Teverina (la rete fognaria in primis). Iniziamo quindi a mettere in dubbio la buona fede del consigliere di minoranza oramai in cerca di un nuovo autore, ma gli suggeriamo di non cercare nell’inesistente arroganza della maggioranza la scusa del suo vuoto che è palese sia in consiglio comunale – nel quale ad esempio sono rimaste senza risposta le richieste protocollate per collaborare e avanzate alla minoranza da alcuni giovani consiglieri – sia in consiglio scolastico. Consigliamo quindi a Fabbri di fare un po’ di autocritica e accettare le normali critiche che un comitato di cittadini gli sta rivolgendo a seguito delle sue inefficienze amministrative”.

 

Comune di Vitorchiano

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.