Il presidente Zingaretti all’esposizione “Tuscia Food Valley: produzione e cultura del cibo tra passato, presente e futuro”

0

VITERBO Nicola Zingaretti (foto) presidente della giunta regionale del Lazio sarà all’Università della Tuscia mercoledì 1 luglio alle ore 19,00 per visitare in anteprima l’esposizione “Tuscia Food Valley: produzione e cultura del cibo tra passato, presente e futuro” allestita, nel quadro delle iniziative per EXPO’ 2015, presso il complesso di S.Maria in Gradi e finanziata dalla stessa Regione.

 

Il presidente Zingaretti sarà accompagnato nella sua visita dal professor Alessandro Ruggieri rettore dell’Ateneo viterbese e dai responsabili dell’evento che è caratterizzato da un elevato contenuto scientifico ed al quale hanno contribuito oltre all’Università della Tuscia anche quelle di Roma Tre e La Sapienza. La mostra sarà poi ufficialmente inaugurata il 3 luglio. L’Università della Tuscia dopo aver ospitato la scorsa settimana Guido Fabiani, Assessore sviluppo economico e attività produttive della Regione Lazio si prepara ad accogliere dunque il presidente Zingaretti. Intanto martedì 30 giugno Sonia Ricci assessore regionale all’agricoltura, caccia e pesca concluderà i lavori di un incontro sulla qualità agroalimentare.

 

BREVE NOTA SULLA ESPOSIZIONE ALLESTITA AL COMPLESSO DI S.MARIA IN GRADI
Il tema di EXPO 2015, Nutrire il Pianeta Energia per la Vita, diventa a Viterbo un’inedita e vivace rassegna della ricerca su cultura e scienza del cibo nel corso della storia. Dal 3 luglio al 31 ottobre 2015, nella suggestiva cornice del complesso monumentale di Santa Maria in Gradi, l’Ateneo della Tuscia organizza l’esposizione dal titolo Tuscia Food Valley: produzione e cultura del cibo tra passato, presente e futuro. Il progetto espositivo, finanziato dalla Regione Lazio, prevede la presentazione congiunta di contributi di ricercatori della Tuscia e di altri due Atenei laziali, Sapienza e Roma Tre, ma rappresenta anche un’inusuale occasione di confronto e di scambio. In uno spazio espositivo multimediale e interattivo dedicato al tema del cibo, partendo dalle profonde radici storiche del territorio della Tuscia, saranno presentate in chiave sintetica ed emozionale le acquisizioni della ricerca scientifica e storico-antropologica degli studiosi delle tre istituzioni partecipanti.

 

I circa cinquanta contributi di ricerca, suddivisi in sei sezioni tematiche (cultura, colture, trasformazione e conservazione, consumo, sicurezza e qualità, sostenibilità ), saranno proposti in un racconto facile e fruibile che parta dal passato e si proietti nel futuro, fondendo esperienze diverse della comunità scientifica. Le modalità allestitive della mostra saranno molteplici, da quelle tradizionali a quelle più innovative, e utilizzate in maniera sinergica a seconda dei contenuti e del rapporto con il visitatore. Teche, pannelli espositivi, immagini, video, tablet, installazioni percettive e multimediali forniranno diversi approcci cognitivi alle molteplici chiavi di lettura proposte per i temi in mostra.

 

Il database dei risultati scientifici e dell’offerta tecnologica presentata sarà anche incluso in un catalogo multimediale, fruibile mediante installazioni interattive permanenti, ed aggiornabile anche successivamente al semestre di EXPO2015, ciò grazie al sostegno finanziario dell’Università della Tuscia e della Fondazione CARIVIT. Inoltre, un ambiente dell’area espositiva sarà destinato ad accogliere due modelli della Collezione MAXXI Architettura – Museo nazionale delle Arti del XXI secolo – dell’architetto coreano Soon-In Yang. il progetto di ricerca architettonica presentato indaga la possibilità di produrre energia attraverso l’agricoltura.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.