Impianti sportivi di Orte: tutti i nodi vengono al pettine

0

ORTE – “Quando l’anno scorso il sindaco Polo decise di sacrificare lo spogliatoio più importante degli impianti sportivi di Orte per trasformarlo in estemporaneo bagno del palazzetto, i consiglieri comunali di Aria Nuova avevano avvertito chiaramente l’ex primo cittadino che non era una buona idea.

 

Dopo che tutti gli appelli caddero nel vuoto, ci ritroviamo ora a gestire una situazione grottesca: i già carenti spogliatoi degli impianti sportivi sono stati privati del loro pezzo migliore, senza nessun rimpiazzo, e le società sono costrette a fare i salti mortali per disputare regolarmente le loro gare.

 

L’ultima di una lunga serie di figuracce è andata in scena sabato pomeriggio, quando gli atleti del Volley Isernia e del Volley Club Orte, impegnati in una gara nazionale, sono stati costretti a vestirsi in mezzo al palazzetto, davanti al pubblico sulle tribune, per la mancata disponibilità di spogliatoi. Se gli ortani sono ormai abituati a convivere con questa condizione che rasenta il ridicolo, i dirigenti, giocatori e tifosi della squadra ospite (nonché gli arbitri) sono rimasti increduli, commentando tra loro l’assurda disorganizzazione in cui versano gli impianti sportivi di Orte.

 

I gruppi di Aria Nuova, Futuro Presente e Vivere Orte uniscono le loro voci per sollecitare un dialogo di qualsiasi forma tra le società sportive ed i soggetti responsabili della gestione degli impianti. Siamo in emergenza totale, cerchiamo di affrontarla tutti insieme.

 

Non crediamo che esista in Italia un palazzetto per gare nazionali peggiore di quello di Orte: senza riscaldamenti, senza bagni per il pubblico, con tribune fatiscenti e spogliatoi paragonabili a quelli della palestra di una scuola elementare.

 

Ricordiamo che il palazzetto è stato ricostruito solo pochi anni fa per adeguarlo alle esigenze delle competizioni ai massimi livelli. Invece, dopo centinaia di migliaia di euro spesi, ci ritroviamo con un impianto forse anche peggiore di quello che c’era prima.

 

Per non parlare dello stadio, del campo Polivalente o di quello di calcetto di Petignano, che sono ormai ridotti in brandelli.

 

Orte negli ultimi anni sta diventando famosa solo per i suoi paradossi: da un lato i Velo OK, che ci hanno fatto guadagnare la prima serata in TV, dall’altro gli impianti sportivi, che ogni settimana ci fanno imbarazzare davanti agli atleti di tutta Italia”.

 

Aria Nuova
Futuro Presente
Vivere Orte

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.