“La consigliera Arcangeli vorrebbe non pagare nemmeno l’acqua?”

0

BAGNOREGIO – “Ringraziamo la consigliera di minoranza Arcangeli che, nonostante abbia perso di nuovo l’occasione per tacere ed evitare ulteriori brutte figure, con la sua strumentale uscita sulla stampa riguardo alle bollette del servizio idrico, ci consente ancora una volta di ricordare tutto quello che di straordinario abbiamo fatto in questo 2015. Le sue uscite grottesche sono molte, ricordiamo bene ad esempio quando, nel consiglio comunale dello scorso 6 giugno 2015, la stessa consigliera NON votò a favore dell’abolizione della TASI affermando che diminuendo le tasse avremmo fatto fallire il paese (ehehehe) o quando votò contro la variazione di bilancio per la costruzione del dearsenificatore di Vetriolo asserendo che sarebbe stato inutile: ad ogni lettore libere considerazioni in merito.

 

Si allunga quindi, con quest’ultima castroneria, la lista delle cose assurde e senza senso dette dalla consigliera.

 

1)L’acqua a Bagnoregio è la meno cara della provincia e questo la consigliera dovrebbe saperlo, visto che era presente al consiglio comunale in cui siamo riusciti ad abbassare ulteriormente il costo della stessa acqua che ora costa in prima fascia  0,4 euro/mc (Talete 1,24 euro/mc).

 

2)L’accusa che ci viene mossa, cioè di aver richiesto l’acconto delle bollette dell’acqua a dicembre anziché a gennaio o febbraio dello stesso anno, non rappresenta una penalizzazione ma al contrario una facilitazione per i cittadini, infatti, è stato lo stesso comune a farsi carico dell’anticipazione delle spese del servizio idrico di tutti, come accade ormai da qualche anno. Ci viene a questo punto il dubbio che la consigliera Arcangeli non desideri avere anche l’acqua gratuita (come a Bagnoregio avviene per TASI, ADDIZIONALE IRPEF, PARCHEGGI, SCUOLABUS, ECC. ECC), per questo non comprendiamo questa sua assurda esternazione.

 

3)Le preoccupazioni sul nostro bilancio, più volte manifestate dalla stessa consigliera Arcangeli, lasciano intuire che lei non l’abbia mai letto quello del comune di Bagnoregio o, peggio ancora, che lei di bilanci poco ci capisca.

 

Questa amministrazione ha trasformato il paese in un esempio e modello per tutta Italia, il resto sono solo invidia, cattiveria ed arroganza e di questo, la consigliera Arcangeli, dovrebbe fare ammenda. Non siamo soliti rispondere ed alimentare queste stupide e sterili polemiche e dunque con questa breve nota intendiamo interrompere ogni altro tentativo di strumentalizzazione”.

 

I consiglieri comunali di Bagnoregio

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.