“La rottura degli incontri con Anas non blocca niente”

0

TARQUINIA – «In molti hanno capito. I pochi che mi accusano, si sbagliano o fanno finta di non capire. Sulla trasversale, oltre ad aver affermato che fino al 2018 non sarà finanziata e quindi non sarà pubblicato nessun bando di gara, il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio è stato chiaro, parlando di fattibilità, risparmio e condivisione con il territorio. Ed è su questi tre concetti chiave che sto lavorando come sindaco e presidente della provincia».

 

Lo afferma il primo cittadino Mauro Mazzola (foto), in merito alla superstrada Orte-Civitavecchia. «Non ci prendiamo in giro. – prosegue – Con Anas erano incontri concordati, per coinvolgere cittadini, comitati e associazioni di categoria e cercare di avere meno problemi in futuro. Incontri dove chi conosce bene il territorio, visto che Anas fa finta di non avere dati, poteva avanzare proposte per concretizzare velocemente un tracciato condiviso da tutti, che tutelasse la zona da un punto di vista ambientale ed economico.

 

Purtroppo Anas non le ha mai studiate e, invece di riferirci le criticità e la fattività delle nostre osservazioni, ha continuato a venire alle riunioni difendendo solo il proprio tracciato. La rottura è arrivata perché la società si è chiusa a riccio di fronte all’Amministrazione e ai cittadini, facendo saltare quello che, con lungimiranza, era stato creato di concerto con Anas. Ma tutto ciò non blocca nessun iter procedurale. Ognuno farà quello che riterrà più opportuno ma certamente non aiuta. Sono convinto che con quello che diciamo, c’è la possibilità di risparmiare, fare in fretta e fare una bella superstrada. Il passaggio nella valle del Mignone è “un suicidio” tecnico e amministrativo: da una parte si andrebbe a stravolgere un’area di grande pregio naturalistico ed economico, oltretutto con vincolo PAI; dall’altra si andrebbe incontro a una marea di ricorsi amministrativi. Voglio la trasversale, ma la voglio fare con onestà, trasparenza, risparmio e fattibilità, senza che nessuno scandalo la possa bloccare. E soprattutto la voglio fare insieme al territorio.

 

Quelli che mi accusano non hanno studiato bene la questione, ma li incontrerò uno per uno per avere confronto schietto».

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.