“L’acqua è un bene comune che non va privatizzato”

0

VITERBO – “Nella nostra Provincia, come in tutto il Paese, si continua a violentare la volonta’ dei cittadini che, nella stragrande maggioranza, hanno indicato che l’acqua e’ un bene comune che non va privatizzato. Le gravi scelte del Consiglio della Talete, ormai in linea con il pensiero liberista degli ultimi governi, proseguono invece nella privatizzazione della gestione dell’acqua.

 

Gli interventi speculativi dei “Prossimi Soci Privati”, ed il servilismo delle destre politiche che governano nei nostri territori, calpestano la volontà dei cittadini ignorando ormai ogni regola democratica.

 

Per fare fronte alla crisi del loro sistema continuano a colpire i diritti, i bisogni della popolazione e le garanzie costituzionali.

 

Siamo in presenza di un regime che annulla una indicazione referendaria e che sta cancellando ogni rappresentanza democratica eletta proporzionalmente dai cittadini, che attacca la Costituzione, che piega le nostre Istituzioni a forme autoritarie di gestione del potere per attaccare i diritti conquistati con decenni di lotte.

 

Il Partito della Rifondazione Comunista fa appello a tutte le forze della sinistra, ai Movimenti ed ai cittadini affinchè si manifesti con tutte le iniziative possibili il nostro dissenso e l’opposizione a questo disegno antidemocratico”.

 

La Segreteria PRC Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.