“Mazzola traccia la via, Angelelli la smarrisce”

0

CIVITA CASTELLANA – “Molta collaborazione e meno chiacchiere”, queste le parole del sindaco di Tarquinia, Mauro Mazzola, che ha indetto e fissato, dopo essersi incontrato con il commissario della Asl di Viterbo, Luigi Macchitella, un consiglio comunale straordinario fissato per il 10 luglio p.v. sul futuro della propria struttura ospedaliera.

 

Dalle parole ai fatti dunque, già proprio quelli che mancano a Civita Castellana. Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale è dallo scorso 14 novembre 2014 che ha richiesto un consiglio comunale aperto, istanza co-firmata da tutte le forze di opposizione (prot. n. 26248), per sollecitare l’Amministrazione ad affrontare e contrastare il continuo depotenziamento dell’Andosilla, purtroppo stiamo ancora aspettando risposte. Forse il primo cittadino di Civita Castellana, che ha dato parere favorevole a questo Atto aziendale nella conferenza dei Sindaci, è considerato un esponente di serie B all’interno del suo partito visto che i suoi stessi colleghi riescono a portare in Consiglio proprio il reale fautore di quel famoso Atto aziendale che ha creato non pochi disastri.

 

Ci auguriamo ancora una volta che la nostra richiesta e quella dei cittadini, vista la petizione popolare presentata il 15 gennaio 2015 (prot. n. 1200), per sollecitare il sindaco a richiedere la modifica dell’atto aziendale, vengano accolte per Civita, per i civitonici, perché di risposte da questa Amministrazione ne devono avere molte. GIÙ LE MANI DAL NOSTRO OSPEDALE”.

 

Fratelli d’Italia –Alleanza Nazionale Civita Castellana

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.