“Mi scuso per i disagi pur non avendone responsabilità”

0

VITERBO – “La Tirreno-Adriatica e’ la seconda corsa di ciclismo a tappe d’Italia. E’ un evento nazionale che non transitava nella città dei Papi da tantissimi anni, forse oltre dieci. La nostra città ha anche avuto la fortuna di essere attraversata dalla corsa in una delle tappe più’ importanti del giro per la sua lunghezza ( Montalto- Foligno 216 km). Un evento così importante e’ organizzato da una molteplicità di soggetti e coordinato da Prefettura e Questura.

 

Stamattina l’imponente macchina organizzativa si e’ mossa all’unisono e in maniera armonica, come previsto dall’ordinanza prefettizia. Più di cento persone impiegate nel servizio tra vigili urbani, protezione civile, forze dell’ordine e civili. Inviterei ad avere più’ rispetto per chi svolge onorabilmente il suo lavoro. Sento l’esigenza di ringraziare, per il prezioso lavoro svolto, queste persone. Il comune di Viterbo ha provveduto ad informare la cittadinanza attraverso gli organi di stampa, doverosamente come sempre accade. E ‘ evidente che un evento come questo, che ha consentito peraltro alla città’ di Viterbo di essere citata e messa ben in mostra sulle cronache dei media sportivi nazionali oltre che ad aver regalato una grande emozione a tutti i viterbesi che amano il ciclismo, ha creato dei disagi ad alcuni cittadini a causa di alcune vie interrotte per consentire il transito dei ciclisti tra le 10.40 e le 11.55 ( un’ora e quindici minuti) di oggi.

 

Mi rendo conto, me ne dispiaccio e me ne scuso pur non avendone responsabilità. Dai cittadini sono anche disponibile ad accettare critiche che non mi competono, perché le persone non sono tenute a conoscere quanto lavoro ci sia stato dietro la Tirreno- Adriatica e cosa significhi gestire un evento simile. Ma da chi si è’ tardivamente convertito al civismo, dopo essere stato un politico di lungo corso, mi aspetto una conoscenza non superficiale delle questioni. Ancor di più’ se le posizioni espresse nei vari cambi di casacca, da sindacalista a esponente di Fondazione, sono a prescindere contro, sia quando si fanno le cose che quando non si fanno.

 

Ringrazio gli organizzatori per aver fornito alla nostra città questa opportunità che ha ottenuto un grande consenso, come dimostrano i moltissimi viterbesi che ne hanno seguito il passaggio”.

 

Luisa Ciambella (foto)
Assessore alla Polizia locale

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.