“Nessun antagonismo tra lotta allo straniero e resistenza al nazifascismo”

0

VITERBO – “La storia la conosciamo tutti. Rendiamo onore ai caduti della prima guerra mondiale e dell’Unità nazionale perchè siamo un Paese orgoglioso della propria storia che ci fa guardare al futuro con tranquillità. In questa storia del nostro Paese ci sta anche, come patrimonio universale, la resistenza, la sconfitta del nazi-fascismo, la nascita della nostra Repubblica e della Costituzione Repubblicana.

 

La storia d’Italia è una e ne siamo orgogliosi. La storia è maestra di vita e non può essere riscritta. Se qualcuno pensa che ci sia antagonismo tra la lotta contro l’oppositore straniero della prima guerra mondiale e la lotta della resistenza per la libertà e per la democrazia contro i fascisti e i nazisti è fuori dal tempo. Vuol dire che non ha rimosso ed elaborato una pacificazione figlia di quella verità che rispetta la dignità di tutti i morti, ma sa che il futuro che viviamo è figlio del “sangue” che i partigiani di tutti i colori hanno versato per la libertà delle nuove generazioni.

 

State sereni! L’Italia sta cambiando e finalmente anche gli ultimi capiranno che la Patria è una, democratica e libera grazie a quelli che ce l’hanno donata. Guai agli sciocchi che pensano ad una damnatio memoriae dove gli eccidi, i crimini, le violenze, i massacri, le leggi razziali, la shoah possano essere rimosse senza che i nostri figli rendano onore ai caduti del Piave e a quelli della Resistenza che ci hanno dato la nostra Patria, unita e libera. Questo è il modo vero per dire tutti insieme: Viva l’Italia!”.

 

Luisa Ciambella (foto)
Vice Sindaco di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.