Parte bene e continua la campagna referendaria di Possibile a Tarquinia

0

TARQUINIA – Il pomeriggio di mercoledì 26 agosto fino alle ore 20 in via Umberto I nei pressi del Bar Gelateria “Danilo”, e nella giornata di domenica 30 agosto dalla mattina alla tarda sera, sempre ore 20, presso il Lungomare dei Tirreni, snc, altezza Monumento ai Caduti in Mare il comunale Pd e Co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni Marco Gentili assieme al suo ex collega di Master rinnoveranno la raccolta di firme dei referendum lanciati dal nuovo soggetto politico di Civati.

 

«Cari concittadini ho il piacere di comunicarvi la comodità di trovare in strada senza andare fino l’Ufficio Elettorale del nostro Comune, la possibilità di firmare la proposta referendaria sugli 8 quesiti proposti. Legge elettorale. Trivellazioni. Grandi opere. Riforma del lavoro. Riforma della Scuola». Nelle due giornate di fine agosto scenderà in pianura anche Giovanna Posati del Comitato Possibile della Tuscia dedicato a Sandro Pertini, che porterà i moduli dove potranno firmare anche i residenti di altri comuni perchè il Paese ha bisogno che tutti si impegnino in Grandi Opere quali: 1) la ricostruzione del tessuto sociale, e per questo il simbolo di Possibile è sintetizzabile con (=) che vuol dire appunto uguaglianza; 2) la riconversione energetica e non le trivelle sul mare; 3) la manutenzione di acquedotti, fognature, strade e non Ponti sullo Stretto; 4) il reinserimento di materie di studio quali la geografia e l’educazione civica (che aiuterebbe nella salvaguardia del Bene Comune) e non l’istituzione della figura del “Preside Manager”; 5) l’emersione del lavoro nero e non il demansionamento o il licenziamento del lavoratore; 6) riportare il cittadino/elettore a decidere dell’assetto politico e sociale del Paese e non di capi-lista bloccati e candidature plurime.

 

Dopo più di 100 adesioni in sole due giornate da parte dei cittadini tarquiniesi, con la gradita partecipazione anche di militanti ed esponenti Pd, che hanno voluto tornare a dire la loro si ricomincia e le controriforme a questo governo vi aspettano.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.