“Ecco perché abbiamo un nuovo comandante dei Vigili”

0

 

CIVITA CASTELLANA – Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli (foto), interviene sulla riorganizzazione dei responsabili delle aree del Comune per chiarire i motivi della scelta che hanno portato da settembre Antonio Presutti al comando della Polizia Municipale e Giuliano Latini a dirigere l’area Affari Generali.

“Non corrisponde assolutamente al vero ed è una palese bugia – spiega il sindaco Angelelli – che il nuovo assetto delle dirigenze comunali sia dovuto ad una presunta illegittimità nella designazione del ragionier Latini alla direzione dell’Area di Polizia Municipale. Infatti né dalla Funzione Pubblica, né dall’Anac, né da altri enti pubblici è mai pervenuta al nostro Ente alcuna attestazione che comprovasse tale presunta illegittimità denunciata dalle opposizioni.

Quindi la scelta di modificare le dirigenze non ha nessun aggancio con quanto riferito dai consiglieri Selli e Angeletti, ma è una scelta di riorganizzazione assunta autonomamente dal sottoscritto.

Infatti al 31 luglio 2016 scadeva il decreto assegnato al Segretario Generale quale responsabile ad interim dell’Area Affari Generali, responsabilità che da tempo il Segretario aveva esplicitato di non voler più ricoprire per ragioni funzionali e di opportunità ( e ciò già prima che i sindacati stessi sollevassero tale questione, vale a dire l’attrito tra la funzione di dirigente dell’area contratti e il ruolo di responsabile della prevenzione e della corruzione).

Ciò posto, venuto a conoscenza dell’opportunità del trasferimento del dottor Presutti dal Comune di Soriano, preso atto che lo stesso è da tutti considerato quale il comandante della Polizia Municipale più preparato dell’intera Provincia di Viterbo, e considerato altresì che il ragionier Latini ha una comprovata esperienza amministrativa per ricoprire il ruolo di responsabile degli Affari Generali, ho deciso di procedere alla riorganizzazione delle due aree, affidando all’esperienza e competenza di Latini gli Affari Generali e all’indubbia professionalità di Presutti la Polizia Municipale.

Per quanto riguarda lo stipendio di quest’ultimo purtroppo per lui non guadagnerà come avrebbe guadagnato la dottoressa Raineri a Roma. Il tentativo delle opposizioni di accomunare i noti fatti romani a questa vicenda locale sono del tutto fuori luogo in quanto le progressioni orizzontali comportano poche decine di euro in più sullo stipendio, come stabilito dal contratto collettivo nazionale.

Per quanto riguarda il Consigliere Angeletti, fermo restando la facoltà di esprimere le proprie idee politiche, rimangono sgradevoli alcune affermazioni fuori bersaglio se non addirittura maleducate, quando si rivolge, come in questo caso, al dottor Presutti, senza conoscerlo, ma di fatto tentando di ridicolizzarlo nonostante l’importante funzione che riveste per la nostra collettività, così come in passato ha fatto con il ragionier Latini”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.