Polizia locale, sottoscritto protocollo d’intesa con il Comune. I sindacati: “Verificheremo rispetto degli impegni. E’ ultima apertura verso amministrazione”

0

 

VITERBO – “Dopo una trattativa protrattasi per oltre sei mesi, che in alcuni momenti ha raggiunto anche toni aspri e problematici che hanno portato anche da parte del consiglio comunale (al quale rivolgiamo un particolare ringraziamento) ad un interessamento relativo alle problematiche della polizia locale di Viterbo, nella mattina del 10 agosto si è arrivati alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra le organizzazioni sindacali e l’amministrazione comunale nelle persone del sindaco, dell’assessore delegato e del comandante della polizia locale.

Le rivendicazioni e le proposte avanzate dalla parte sindacale sin dalla fine di aprile sono state accolte praticamente nella piena totalità. L’amministrazione comunale ha in questo periodo in parte già adempiuto a quanto citato nell’accordo (vedi assunzioni a tempo determinato) e in parte preso esatti accordi con precise tempistiche. Le scriventi organizzazioni sindacali non ritengono opportuno in questa fase fare proclami trionfalistici di vittoria o altro.

Quando i sindacati sono costretti ad intervenire in maniera incisiva sino ad arrivare vicinissimo alla proclamazione dello sciopero, vuol dire che per i lavoratori ci sono enormi problemi e quindi non è il caso di proclamare vincitori e vinti. Ci riserviamo di verificare puntualmente il rispetto di tutti gli impegni contenuti nel protocollo sottoscritto.

L’atto sottoscritto il 10 agosto è l’ennesima e forse l’ultima apertura di credito nei confronti dell’amministrazione comunale di Viterbo, e la dimostrazione del senso di responsabilità che il personale della polizia locale di Viterbo nei confronti della cittadinanza. Un piccolo appunto però lo vogliamo fare. Ad oggi ancora non comprendiamo le ragioni per cui il sindaco non abbia voluto impegnare sei ore del suo tempo, perché praticamente in sei ore si è concluso l’accordo, già tre mesi fa. Ci saremmo risparmiati tutti tempo e polemiche. Forse è stato mal consigliato o ha sottovalutato le nostre rivendicazioni.

Non possiamo per ultimo sottacere che, con nostro estremo piacere, l’accordo con l’amministrazione comunale è stato anche sottoscritto dalla Uil, unica sigla sindacale che si era dissociata dallo stato di agitazione e che in diverse note di stampa aveva anche in parte negato l’esistenza delle problematiche da noi rivendicate. Forse si sbagliavano, ma le nostre porte sono sempre aperte. Ci sembra doveroso rappresentare che questo accordo non ha alcun costo e l’applicazione potrà solo ed esclusivamente rappresentare una diversa organizzazione del lavoro a beneficio dei servizi da svolgere a favore della cittadinanza”.

Roberto Mecocci
Fp Cgil

Marcello Guadagno
Fenal Confsal

Maurizio Rizzo
Cisl Fp

Maurizio Scardozzi
Diccap Sulpm

Protocollo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.