OnTuscia.it

Il quotidiano della Tuscia       DIRE
Facebook Twitter App Android App iOS Contattaci RSS
 
 

Programma ‘Ali': opportunità per Comuni, cittadini e imprese della Tuscia

In: Economia, Impresa, Politica

20 giugno 2012 - 14:50


Meroi25027feb

VITERBO – (m) “Lo sviluppo del territorio della nostra provincia non può prescindere dall’innovazione tecnologica”. Con queste parole il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi (foto), ha aperto mercoledì mattina nella sala conferenze di Palazzo Gentili i lavori della conferenza di presentazione del programma “ALI Viterbo – L’Alleanza Locale per l’Innovazione e le opportunità per il territorio della provincia, per i Comuni, i cittadini e le imprese”.

 

All’iniziativa organizzata dall’amministrazione provinciale hanno partecipato, insieme al presidente Meroi, l’assessore all’Innovazione della Provincia; Franco Vita; il dirigente del settore, Giancarlo Maria Manetti; Federico Leone, referente del progetto ALI per DigitPA; Maria Grazia Pompa, direttore vicario della Direzione regionale attività della Presidenza della Regione Lazio; Gianpiero Zaffi Borgetti, responsabile del Dipartimento innovazione tecnologica dell’ANCI; Claudio Guadoni, project manager dell’Ancitel spa; Paolo Di Giacomo, della società Alpha Consult srl; Giovanni Solano, della Lait spa; Arturo Veneruso di Elea spa; i sindaci e i rappresentanti dei Comuni della Tuscia.

 

“La rete delle ALI, le Alleanze Locali per l’Innovazione, nella Tuscia è ormai una realtà diffusa e consolidata – afferma l’assessore Vita -, che dopo due anni ha fatto registrare degli importanti risultati e che adesso ha davanti a sé la possibilità di fare un ulteriore passo in avanti. La necessità, oggi più che mai, di mettere in rete le risorse e i progetti disponibili, infatti, spinge la Provincia di Viterbo, capofila e guida del progetto, e i Comuni aderenti a rinnovare il proprio impegno per fornire a questo territorio politiche attive di e-gov, e ad allargare alle Amministrazioni non aderenti la possibilità di entrare nel programma ALI”.

 

Le Alleanze Locali per l’Innovazione sono, infatti, organismi di cooperazione intercomunale, coordinati dalle Province, che rivolgono una particolare attenzione ai piccoli Comuni per quanto concerne l’informatizzazione e il dialogo telematico con le pubbliche amministrazioni. L’idea principe del progetto è quella di far sì che tutte le aree del territorio, specie quelle più piccole, non corrano il rischio incombente della marginalità e dell’esclusione. La gestione associata dei sistemi informativi e delle infrastrutture tecnologiche mira a portare miglioramenti nell’erogazione dei servizi da parte dei piccoli Comuni nei confronti dei cittadini, delle imprese e del territorio; a facilitare economie di gestione nell’impiego delle ICT; a garantire un miglioramento complessivo dei processi e delle modalità di cooperazione con le pubbliche amministrazioni che interagiscono con i piccoli Comuni stessi. Le ALI perseguono queste finalità attraverso la progettazione di un modello d’innovazione che rappresenti un’espressione di autogoverno e di cooperazione tra i Comuni coinvolti; che valorizzi i modelli di cooperazione istituzionale tra i livelli di governo regionale, provinciale e comunale; che garantisca l’inclusione cooperativa delle esperienze associative intercomunali in essere; che promuova le realtà sociali economiche e culturali nei territori interessati; che sia funzionale al perseguimento degli obiettivi e degli interessi delle Amministrazioni per le quali è stato studiato.

 

Le opportunità offerte dal programma ALI ai Comuni e alle reti territoriali, insieme all’impegno della Regione Lazio nell’attuazione di questi programmi sono i temi trattati da Leone e Pompa, mentre Zaffi Borgetti e Guadoni si sono soffermati maggiormente sulle modalità e le finalità dei progetti di riuso; Di Giacomo ha poi illustrato come si sviluppa la possibilità per i Comuni di utilizzare e consultare la cartografia provinciale, mentre Solano e Veneruso hanno spiegato l’importanza dei corsi di coaching ed e-learning contenuti nel programma ALI.

 

“Questi corsi sono molto importanti, ai Comuni non costano niente – sottolinea il dottor Manetti – e rappresentano non solo un aspetto qualificante del progetto, ma soprattutto un’opportunità da cogliere al volo, specie in un momento di scarsità delle risorse negli enti locali. Da domani stesso partiremo con l’opera di contatto con le amministrazioni comunali della Tuscia arrivare, entro il prossimo mese di ottobre (data di scadenza del programma, ndr), a formalizzare con loro una convenzione, già approvata in passato nei singoli consigli comunali, che costituisca gli organi di governo previsti e coordini le attività operative. La Provincia di Viterbo vuole continuare a sviluppare questo progetto, con l’adesione di tutti i Comuni del Viterbese e cercando soluzioni per rendere sostenibili per tutti i costi dell’associazione interistituzionale”.

 

“Crediamo sia necessario fare un passo in avanti nel rapporto tra istituzioni e nuove tecnologie – dichiara in conclusione il presidente Meroi -, considerando quelle digitali delle infrastrutture a tutti gli effetti, importanti come quelle materiali. Questo passaggio rappresenta non solo il futuro delle pubbliche amministrazioni, ma della società stessa. Il programma ALI per noi amministratori è una grande opportunità, ma per ottenere il miglior risultato possibile è essenziale creare una rete interistituzionale che potrà essere sviluppata solo se tutti i Comuni del territorio ne faranno parte. Fare sistema significherà risparmiare e offrire ai cittadini un servizio che, a costi accessibili, serva a dare sviluppo vero alla Tuscia. In questo contesto, la Provincia continuerà ad avere un ruolo di coordinamento e di raccordo: la sfida che abbiamo di fronte è quella di mantenere la rete ALI, incrementandone la portata con l’ingresso di quei Comuni che non hanno ancora sottoscritto la convenzione. Raccogliamola insieme – conclude -, segnando con il programma ALI un passaggio davvero fondamentale per la diffusione dell’e-gov nella Tuscia”.


Realizzazione sito