“Questa amministrazione non sa risolvere i problemi”

0

 

VETRALLA – “Sono trascorsi ormai tre mesi dall’insediamento dell’Amministrazione Coppari ed il nuovo modo di operare che avrebbe contraddistinto questa nuova compagine, tanto sbandierato in campagna elettorale dai componenti e fiancheggiatori dell’attuale maggioranza, è ormai evidente a tutti. Infatti è ormai opinione diffusa che l’unica cosa per la quale questa nuova amministrazione si sta distinguendo è l’arroganza con la quale si pone e si propone, l’incapacità di risolvere i problemi dei cittadini e la gestione familiare della cosa pubblica.

Naturalmente tutto ciò si manifesta anche nei rapporti con i Consiglieri d’opposizione, infatti sono tre mesi che attendo invano risposte alle interrogazioni ai quesiti tecnici e normativi e la disponibilità degli atti richiesti, tale comportamento oltre ad essere irrispettoso di norme e regolamenti perchè contrasta con tutti i principi di trasparenza amministrativa, è anche lesivo dell’azione amministrativa di proposta e controllo che spetta anche al consigliere di minoranza.

Tra le tante richieste fatte ci sono anche quelle relative al problema delle scuole e dell’organizzazione del nuovo anno scolastico ormai agli inizi. Già nel corso del consiglio comunale del 15 luglio, in merito alla proposta della maggioranza Coppari di chiudere la sede della materna di Mazzocchio, abbiamo manifestato la nostra contrarietà, perchè a nostro giudizio non ci sono le condizioni normative e di sicurezza. Inoltre tale decisione, qualora arrivassero i fondi richiesti per la ristrutturazione degli edifici scolastici, comporterebbe l’indisponibilità della sede di Mazzocchio come struttura per ospitare temporaneamente i ragazzi dei plessi oggetto dei lavori. Alla maggioranza Coppari abbiamo proposto in Consiglio, di posticipare tale decisione al prossimo anno, in tale maniera sarebbe finito il ciclo scolastico delle due sezioni coinvolte nello spostamento alla materna di Pietrara e nel corso di questo anno era possibile creare le migliori condizioni, tenendo in considerazione in tale maniera, anche l’ esigenze delle famiglie coinvolte in questa scelta.

La maggioranza Coppari non ha voluto considerare la proposta appena detta ed è stata sorda anche al grido di preoccupazione nato da un comitato di genitori coinvolti nello spostamento delle classi, i quali con una lettera molto dettagliata hanno descritto la precaria situazione del plesso di Pietrara e così come il sottoscritto si sono preoccupati per la modalità approssimativa e la superficialità con la quale la maggioranza ha voluto gestire questa delicatissima decisione. Naturalmente la problematica delle scuole è solo una delle tante questioni sulle quali in soli tre mesi la maggioranza Coppari è riuscita a distinguersi per arroganza ed incapacità. Potrei menzionare ad esempio la decisione di trasferire il mercato cittadino antica tradizione del centro storico Vetrallese, nell’ex area Manzotti oggi Via Martiri delle Foibe, con la motivazione che è per ragioni di sicurezza e poi si tratta di un esperimento temporaneo di sei mesi. Allora iniziamo con il dire che come tutti sanno le scelte temporanee in Italia sono le uniche che restano per sempre, poi se è per questioni di sicurezza al fine di garantire il passaggio dei mezzi di soccorso non c’è lo stesso problema nel luogo dove si vuole spostare il mercato? Inoltre per spostare il mercato in quell’area rispettando le normative è necessario prima dotarla dei servizi necessari all’attività che vi verranno svolte. Anche su tale delicato argomento che vede coinvolte molti esercenti Vetrallesi l’amministrazione Coppari e compagni è rimasta sorda al coro unanime degli operatori del mercato, dei commercianti del centro storico e di moltissimi residenti dello stesso . Nel concludere vorrei sottolineare ancora una volta che tale decisione impoverirà gli operatori economici del mercato, molti dei quali sono anche cittadini Vetrallesi e le poche attività rimaste nel centro storico, accelerando così la trasformazione dello stesso in mero dormitorio. E’ per le ragioni dette che siamo contrari a tale esperimento e chiediamo all’amministrazione Coppari di revocare questo provvedimento ed organizzare un tavolo tematico per trovare una soluzione condivisa con tutti gli operatori economici, ed i cittadini coinvolti in questa sciagurata decisione”.

Giulio Menegali Zelli Iacobuzi (foto)
Consigliere Comunale

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.