Respinto il ricorso di tre vigili urbani per mancato rinnovo contrattuale

0

VITERBO – Mancato rinnovo contrattuale per tre vigili urbani, il giudice del lavoro boccia il ricorso presentato dai tre agenti di polizia locale e sancisce la correttezza della procedura adottata dall’amministrazione comunale.

 

Questo in poche parole quanto stabilito dal tribunale di Viterbo con la sentenza depositata lo scorso 28 gennaio. Ad entrare nel dettaglio è l’assessore alla polizia locale Luisa Ciambella (foto), che spiega: “Sapevamo di aver agito nel rispetto della vigente normativa. Le graduatorie erano scadute, per questo non è stato possibile rinnovare i contratti a tempo determinato ai tre vigili urbani. L’amministrazione comunale non può richiamare in servizio i vigili attingendo dalla graduatoria del 2010: la normativa parla chiaro. Chi ha pensato il contrario non ha tenuto conto di quanto previsto dalla legge.

 

Non c’è discrezionalità, ma solo il rispetto delle regole. In più occasioni ho ribadito questo aspetto, nei giorni scorsi anche al consigliere Frontini che sulla questione aveva presentato un’interrogazione. Oggi, anche in virtù della recente sentenza del giudice del lavoro che ha rigettato il ricorso presentato dai tre vigili, possiamo confermare che la linea seguita dal Comune di Viterbo era quella corretta. Nel mentre, constatata più volte la carenza di organico all’interno del Comando di Polizia Locale, e considerata la straordinaria necessità di intensificare il controllo sul territorio, l’amministrazione potrà procedere a breve, mi auguro entro febbraio, con la pubblicazione del bando di concorso per la selezione di quattro unità di personale per questa annualità”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.