“Riconoscere il ruolo della contrattazionenei luoghi di lavoro”

0

 

VITERBO – “Rilanciare la piena contrattazione, sia normativa che economica e, in concomitanza con la legge di stabilità, liberare la contrattazione dalla riserva di legge e dalle successive incursioni, riconoscendone il ruolo nei luoghi di lavoro”. A dichiararlo è Lamberto Mecorio, Segretario generale della Uil Fpl di Viterbo.

“E’ inoltre essenziale – prosegue Mecorio – intervenire per eliminare gli atti unilaterali delle singole amministrazioni sulle materie contrattuali nella contrattazione di secondo livello, ripristinando le relazioni sindacali e l’autonomia contrattuale, sboccando la contrattazione di secondo livello o aziendale dagli odierni vincoli che la limitano”.

Ad intervenire sono anche Antonio Foccillo, segretario confederale Uil, Giovanni Torluccio, segretario generale Uilfpl, Pino Turi, segretario generale Uilscuola, NicolaTurco, segretario generale Uilpa, e Sonia Ostrica, segretaria generale Uilrua

“Con riguardo alla premialità – spiegano i sindacalisti della Uil – teniamo a sottolineare che il sistema di valutazione creato dall’attuale legislazione non potrà mai essere applicato. È necessario, pertanto, non rifiutando da parte nostra la premialità, realizzare, invece, un modello che, attraverso la contrattazione di secondo livello, superi il sistema attuale che prevede regole omogenee per tutte le sedi di amministrazione, con uno diversificato e articolato a seconda delle singole realtà del pubblico impiego e della scuola”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.